titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr.Matteo Santamaria

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Aritmologia e Cardiostimolazione


Sede Professionale

Dirigente Medico Responsabile della U.O.S. di Cardiologia, Elettrofisiologia ed Aritmologia del Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” di Campobasso  


Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2000 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Abilitato nel 2001 all’esercizio della professione di Medico - Chirurgo

Specializzato in Cardiologia  nel 2004 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Consegue nel 2008 il titolo di Dottore di Ricerca in “Fisiopatologia dello Scompenso Cardiaco”

presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma


Attività professionali principalmente svolte

Laboratorio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione

Procedure effettuate come primo operatore:

-          studi elettrofisiologici endocavitari

-          ablazioni transcatetere con radiofrequenza di tachicardie sopraventricolari da rientro nodale e da via accessoria, flutter atriale tipico, tachicardie atriali focali, flutter atriali atipici,  fibrillazione atriale, tachicardie ventricolari focali e da rientro; le procedure ablative di aritmie complesse vengono effettuate mediante l’ausilio di un sistema di mappaggio elettroanatomico (St Jude Medical EnSite NavX/ EnSite Array non - contact)

impianti e sostituzioni di pacemaker e defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari

- estrazioni di elettrocateteri endocardici di pacemaker e di defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari, anche mediante metodica laser

head-up tilt test

cardioversioni elettriche esterne

 

 

 

 

 

 

  

  

  

 

 

 


 

title

Argomento:

Pacemaker

 

Domanda:

Gentile Dottore Oggi sono stato dimesso dall'ospedale sacco dopo l'impianto di un pacemaker a doppio catetere e vorrei sapere dopo quanti giorni sia possibile alzare il braccio sopra la testa visto che i medici non mi hanno detto niente a tal proposito ma solo che lo devo tenere a riposo senza sforzi per 3 mesi .Ringraziandovi per la risposta F.F.

 

Risposta:

Gent.mo Sig. Franco, mi scuso per il ritardo con il quale le rispondo , ma ho avuto dei problemi con l'indirizzo email. Essendo passati già tre mesi dal suo impianto mi limito a darle dei consigli che valgono a tempo indeterminato dopo un impianto di pacemaker: evitare di sollevare pesi importanti con il braccio omolaterale all'impianto , evitare o moderare attività che comportino vibrazioni importanti o rotazioni frequenti del braccio (es nuoto) evitare il più possibile movimenti di abduzione forzata del braccio perchè è possibile una dislocazione anchs tardiva degli elettrocateri. Sperando di essere stato esaustivo le invio cordiali saluti. Matteo Santamaria

 

Ha risposto: Dr.Matteo Santamaria

 

 

title

12.01.2018

Aritmia

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

05.12.2017

fibrillazione atriale parossistica

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

24.06.2016

Ipertensione

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

20.06.2016

Defibrillatore

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

19.05.2016

Disturbi ritmo e conduzione

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

15.03.2016

Sospensione della cardioaspirina nelle procedure odontoiatriche.

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

18.02.2016

SINDROME WPW

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

09.01.2016

frequenza cardiaca

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

28.03.2015

Scompenso cardiaco

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

21.12.2014

sospetto sindrome brugata

Risponde: Dr.Matteo Santamaria

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 25.05.2018

Prevenzione Primaria nella Donna con Cardioaspirina.

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 22.05.2018

Tachicardia sinusale con sincope

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 20.05.2018

Operare sì o no?!

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 17.05.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Stefano Benussi

 

Pubblicato il: 12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy