titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

D.ssa Loredana Messano

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:


 

 


Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionata in

Aritmologia e Cardiostimolazione

 

Sedi Professionali

-Esercita  come Dirigente Medico di I° livello presso il Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” – Campobasso, già Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Università Cattolica del Sacro Cuore

-Studio - Roma   Via maurizio giglio,7   

-Medical Center Arpino (Fr)   Via dei Monti Lepini - 20

 

Formazione
Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1999  presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma


Abilitazione nel 2000 all’esercizio della professione medica

Competenze teorico-pratiche sulla Medicina e Chirurgia Generale


Specializzata nel 2004 in Cardiologia ed Aritmologia clinica e strumentale, Cardiologia invasiva


Dottorato di Ricerca nel 2008 in Fisiopatologia dello Scompenso Cardiaco
Approfondimenti scientifici sulla fisiopatologia dello scompenso cardiaco.
Gestione clinica e strumentale dei pazienti affetti da scompenso cardico.
Facoltà di Medicina e Chirurgia – Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma


2011
Master Universitario di II° livello in Organizzazione e Gestione delle Aziende e dei Servizi Sanitari
Organizzazione delle aziende sanitarie presso Facoltà di Economia – Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

       

Esperienze professionali

Dal 2005 ad ad oggi

Esercita con contratto ospedaliero a tempo indeterminato come Dirigente Medico di I° livello, specialista in Cardiologia, presso la Divisione di Cardiologia/Aritmologia del Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” – Campobasso, già Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Università Cattolica del Sacro Cuore.
2004-2005

Ha esercitato come libero professionista presso la Casa di Cura privata Villa Tiberia (Roma), occupandosi di diagnostica strumentale cardiologica non i

Attività didattica

Dal Settembre 2005

Docente di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare III/Elettrocardiografia del Corso di Laurea “Tecniche di Fisiopatologia Cardio-circolatoria e Perfusione Cardiovascolare” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Campobasso.

 


 

title

Argomento:

Si può guarire dalla fibrillazione atriale parossistica ?

 

Domanda:

Ho 71 anni, e vivo in provincia di Roma. Ho subito nel corso degli anni 1 elettrocardioversione all'ospedale Grassi di Ostia (Rm), 2 ablazioni presso l'osp. FBF di Roma e 2 ablazioni presso la Clinica maria Cecilia Hospital di Cotignola (di cui la penultima eseguita dal prof. Pappone). Dopo l'ultima ablazione del mese di marzo scorso, da ottobre è ricominciato il calvario:; ho avuto 4 episodi di fibrillazione atriale (ultimo il 1° dicembre scorso) che sono durati mediamente 10 ore. Prima dell'ultima ablazione, trovandomi all'estero, la fibrillazione è durata oltre un mese !! Sono veramente stanco di questa situazione perché alla mia età ormai sopporto male gli effetti dell'aritmia. Per giunta, oltre ai vari pericoli cui s'incorre, c'è anche quello della demenza precoce. VENGO ALLA DOMANDA: C'E' UN MODO PER SCONFIGGERE DEFINITIVAMENTE QUESTA MALEDETTA FIBRILLAZIONE ATRIALE ? Credevo che ricorrendo al prof. Pappone che ha "inventato" l'ablazione sarei guarito definitivamente, ma così non è stato. DESIDEREREI QUINDI UNA RISPOSTA CHIARA E DIFINITIVA. Infine: l'installazione di un pacemaker potrebbe essere risolutiva ? e quali rischi correrei ? IL RIMEDIO SAREBBE IN QUESTO CASO PEGGIORE DEL MALE ? C'E' ALTRA STRUTTURA DOVE POTREI RECARMI A SEGUITO DEL VOSTRO PARERE ? Vi ringrazio per la pazienza che avrete leggendo la presente e porgo distinti saluti.

 

Risposta:

Gentile sig. C.M., prima di tutto mi scuso per il ritardo nella risposta a causa di impegni familiari e lavorativi. Le sue sono delle domande interessanti e a cui spesso mi trovo a dover rispondere nella pratica clinica lavorando in un Centro Aritmologico. Purtroppo la certezza della guarigione dalla fibrillazione atriale nessuno può darla! Quando visito un paziente per la prima volta e ritengo di proporgli la procedura di ablazione dico sempre che si tratta di un percorso da intraprendere insieme! La cardioversione come Lei sa e' una metodica valida nelle fibrillazioni atriali che persistono e che non rispondono ai farmaci, ma non da' garanzie sulla comparsa di un nuovo episodio aritmico. L'ablazione potrebbe dare queste garanzie con percentuali variabili dal 50 all'80% dei casi che sono condizionate sia dall'esperienza del Centro e dell'operatore ma anche dal tipo di cuore che si va ad ablare. Effettivamente se lei è stato sottoposto a 4 procedure in Centri comunque di esperienza senza ottenere risultati e' possibile che il suo cuore presenti un substrato (tessuto cardiaco) molto predisposto a tale aritmia. Il tipo di tecnica che effettuano al Fatebene fratelli non la conosco per cui non posso dare giudizi. La tecnica del Prof. Pappone e della sua equipe e' una tecnica che prevede l'ablazione nelle zone dove nasce questa aritmia, la tecnica che usiamo nel nostro Centro prevede l'ablazione nelle stesse sedi ma con la ricerca anche dei potenziali elettrici che devono essere eliminati durante lintervento. Per dare un giudizio sul suo caso specifico avrei bisogno di un elettrocardiogramma, dei referti operatori dei 4 interventi, del referto di un ecocardiogramma e della sua terapia che potrebbe inviarmi via mail o fax. Per quanto riguarda la demenza precoce sicuramente la fibrillazione atriale ha effetti negativi sul tessuto cerebrale ma la terapia anticoagulante che immagino Lei stia facendo previene questi danni. L'applicazione di un pacemaker io la considero l'ultima spiaggia! Sicuramente nel suo caso se non c'è margine per fare altre ablazioni e se ha molti disturbi potrebbe essere valutata ma il pacemaker è sempre una protesi e si deve metter quando è veramente necessario. Il pacemaker non eliminerà la fibrillazione atriale ma facendo un'ablazione della centralina principale del cuore (nodo atrio-ventricolare), pur avendo l'aritmia non la sentirà più. Non mi sento di dirLe che il rimedio è peggiore del male come Lei ha scritto nel suo quesito ma sicuramente è da prendere in considerazione al momento opportuno. Per quanto riguarda le altre Strutture che si occupano di questo, sicuramente il Centro Cardiologico Monzino e il San Raffaele sono Centri ad alto volume e di esperienza, ma ovviamente dipende anche dall'operatore a cui si affida. Nel centro dove io lavoro c'è comunque una buona esperienza e volume di procedure per cui posso sicuramente dirle che è un Centro di cui mi fido! Ci sono, comunque, molti Centri anche a Roma e se vorrà un parere ulteriore non esiti a contattarmi! Loredana Messano

 

Ha risposto: D.ssa Loredana Messano

 

 

title

20.06.2016

Defibrillatore

Risponde: Dott.ssa Loredana Messano

20.12.2015

ipertensione

Risponde: Dott.ssa Loredana Messano

25.09.2015

ipertensione

Risponde: Dott.ssa Loredana Messano

07.08.2015

Ipertensione e accelerazione battiti cardiaci

Risponde: Dott.ssa Loredana Messano

23.01.2015

tac e defibrillatore

Risponde: D.ssa Loredana Messano

17.12.2014

moderata severa IT

Risponde: D.ssa Loredana Messano

07.05.2014

TGA semplice con DIV muscolare

Risponde: D.ssa Loredana Messano

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.06.2018

visita specialistica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 14.06.2018

ipertensione

Esperto: Dr. Rocco Contuzzi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy