titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Giuseppe De Martino

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 

web site


 - 0815150968 

 - 0815156948

 

 

 

 

 

 

 

 


Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Artimologia e Cardiostimolazione

 

Sedi Professionali

 

Il Dr. De Martino e la sua equipe (aritmologi Servisan) effettuano in convenzione con

il S.S.N. interventi di elettrofisiologia nei seguenti centri:


-Clinica Sanatrix - Napoli

-Clinica Villa del Sole - Salerno

-Clinica Salus - Battipaglia (Sa)

-Cittadella della Carità, Fondazione S.Raffaele - Taranto

-Clinica Malzoni - Agropoli (Sa)

-Clinica Trusso di Ottaviano (Na)

 


Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1996 presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Specializzato nel 2000 in Cardiologia presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Iscritto nel 1998 nell’Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Salerno

 

Esperienze lavorative

2002-04

Professore a contratto presso il corso di laurea in fisiopatologia e perfusione cardiovascolare dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

2005

Responsabile presso l'Università Cattolica di Campobasso nelle unità operative per la diagnosi e il trattamento delle aritmie e scompenso cardiaco

2006

Responsabile di unità operativa di aritmia e scompenso cardiaco presso l’ accreditato ospedale di Santa Maria in Bari

2011-2012

Responsabile Area Sanitaria Cardioservizi SPA


        

ATTIVITA’ LAVORATIVA:      


-       Circa 9000 tra studi elettrofisiologici, ablazioni transacetere di TPSV, flutter atriali o TV

-       Circa 5000 ablazioni transcatetere di TPSV o TV

-       Circa 2700 ablazioni Fibrillazione atriale

-       Circa 9000 impianti di pacemaker

-       Circa 3800 icd (DI CUI 220 icd biventricolari)

-       Circa 950 estrazioni di PM / ICD 

 

Il Dott. De Martino è uno dei 5 Elettrofisiologi Italiani certificati per l'ablazione Robotica della Fibrillazione atriale mediante sistema Hansen.

- Il Dott. De Martino è uno dei 5 Elettrofisiologi Italiani certificati per l'ablazione Robotica della Fibrillazione atriale mediante sistema Hansen.

+info: http://www.doctoralia.it/medico/de+martino+giuseppe-12335847

 


ATTIVITA' SCIENTIFICA:

In Italia dal 2003 rappresenta un comitato di lavoro per lo sviluppo della tecnologia europea in aritmie.

E 'stato relatore o moderatore a convegni nazionali ed internazionali fino ad oggi in 178 occasioni.

Dal 2007 è uno dei 16 docenti del master europeo in elettrofisiologia.

E 'autore di 43 articoli originali in aritmologia


      

Video 1 (Aritmie cardiache, malattie della società che invecchia. Tecnologie, tecniche, terapie)

 

 

 

 


 

title

Argomento:

Fibrillazione Atriale

 

Domanda:

Gentile dott. Sono Bruno Leopardi, una persona di 54 anni che Lei ha visto alla Sanatrix il 24 gennaio 2013 per tre episodi di FA avvenuti, i primi due a distanza di sei mesi ed il terzo dopo un anno dal secondo, in terapia all'epoca esclusivamente con Cardicor 5 mg e Losaprex. Quando sono venuto da Lei, il Suo parere è stato che, essendo gli eventi non frequenti, non era il caso nè d'iniziare terapia anticoagulante nè di pensare all'ablazione, ma solo di utilizzare "pill in the pocket" (Almarytm) e Clexane 6000 all'occorrenza e continuare con Cardicor 5 mg. Per circa 14 mesi non ho più avuto eventi di FA ma purtroppo a giugno 2014 si è verificato un ulteriore episodio rientrato con 2 Almarytm ( "pill in the pocket") dopo del quale il cardiologo ha voluto un HOLTER PRESSORIO che ha dato la seguente diagnosi: VALORI PRESSORI SISTOLICI FREQUENTEMENTE AUMENTATI IN GRADO LIEVE-MODERATO, SIA NELLE ORE DIURNE, SIA IN QUELLE NOTTURNE. SOSTANZIALMENTE NEI LIMITI I VALORI DIASTOLICI DELLA NOTTE E DEL GIORNO. NON RISPETTATO RITMO NICTEMERALE. Dopo l'HOLTER il cardiologo ha sostituito il LOSAPREX con l'OLPRESS. Ma sabato scorso 30 gennaio ho avuto un ulteriore episodio non rientrato nè con Almarytm nè con antiaritmico in vena (Cordarone) praticato per 7 ore, ma solo con CVE. A questo punto mi hanno cambiato terapia: mezza ALMARYTM per 2 volte al giorno ed Eliquis 5mg per 2 volte al giorno. In pratica per sempre. Il cardiologo dell'ospedale che mi tiene in cura è del parere che una causa scatenante potrebbe essere una "spina irritativa" di natura gastrica (io soffro molto con lo stomaco) e mi ha consigliato un controllo gastroscopico che farò il 17 febbraio. Inoltre mi diceva che avendo sostanzialmente un cuore sano, cosa che si evince da ECGHOLTER ed ECOCARDIOGRAMMA, l'alternativa ad una terapia a vita potrebbe essere l'ablazione. A questo punto Le confesso che sono preoccupato sul da farsi e Le chiedo un parere sul mio caso rispetto alla strada da intraprendere considerando la mia non avanzatissima età. Attendo fiducioso una Sua autorevole risposta e Le sono grato in anticipo per il tempo sottratto ai suoi numerosi ed importanti impegni.

 

Risposta:

Gentile Bruno penso che sia arrivato il momento di pensare ad un'ablazione. La storia naturale della fibrillazione è quella di iniziare come parossistitca, magari con crisi diradate, e poi di diventare sempre più recidivante fino a richiedere cardioversione elettrica e poi a cronicizzarsi. L'ablazione funziona bene quando la FA è parossistica, meno quando diventa persistente. Poichè lei è giovane direi di cercare di interrompere l'evoluzione dell'aritmia con l'ablazione adesso che siamo ancora in tempo. Cari saluti Giuseppe De Martino

 

Ha risposto: Dr. Giuseppe De Martino

 

 

title

16.08.2018

Capogiro

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

27.05.2018

Prevenzione Primaria Cardioaspirina.

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

22.05.2018

Tachicardia sinusale con sincope

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

10.12.2017

crioablazione

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

17.11.2017

Controllo reveal

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

17.09.2017

Tachicardia e fibrillazione atriale parossistica su cuore sano

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

18.08.2017

Tpsv

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

04.07.2017

Reveal

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

30.03.2017

Tachicardia

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

23.03.2017

Fibrillazione atriale

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.10.2018

Qtc lungo

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 06.10.2018

sindrome di brugada

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy