titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Quintino Parisi

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:



 


 

Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Aritmologia e Cardiostimolazione


Sede Professionale

Esercita  come Dirigente Medico di I° livello presso il Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” – Campobasso, già Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1998  presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Lecce

 

Specializzato in Cardiologia nel 2004 presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma  


Consegue nel 2008 il titolo di Dottore di Ricerca in “Fisiopatologia dello Scompenso Cardiaco”

presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

 

Presidente regionale (Molise - Abruzzo) Associazione italiana Aritmologia e Cardiostimolazione

 

Attività professionali principalmente svolte

 

Laboratorio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione

 

Procedure effettuate come primo operatore

 

- studi elettrofisiologici endocavitari

 

- ablazioni transcatetere con radiofrequenza di tachicardie sopraventricolari da rientro nodale e da via accessoria, flutter atriale tipico, tachicardie atriali focali, flutter atriali atipici,  fibrillazione atriale, tachicardie ventricolari focali e da rientro; le procedure ablative di aritmie complesse vengono effettuate mediante l’ausilio di un sistema di mappaggio elettroanatomico (St Jude Medical EnSite NavX/ EnSite Array non - contact)

 

- impianti e sostituzioni di pacemaker e defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari

 

- estrazioni  endocardici di pacemaker e di defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari, anche mediante metodica laser;

 

-          head-up tilt test

 

-          cardioversioni elettriche esterne

 

 


.

 

 

 

 

 


 

title

Argomento:

Episodi di FA dopo secondo intervento di plastica mitrale.

 

Domanda:

Buonasera Dottore Ho eseguito un secondo intervento di plastica mitralica il 30 Ottobre 2013. Il primo intervento l'ho eseguito a Dicembre 2008 ma dopo pochi anni la valvola è diventata nuovamente incontinente, rigurgito moderato/severo. In entrambe le occasioni ho eseguito gli interventi al San Raffaele di Milano. Dopo la seconda operazione la valvola, sistemata dal Prof. Alfieri, con l'intervento edge to edge, risulta ben funzionante. Purtroppo in circa un anno e mezzo ho avuto 5 episodi di FA ed uno di Flutter così ripartiti (26/01/14 FA, 02/03/14 Flutter, 07/07/14 FA, 27/10/14 FA, 03/11/14 FA cardiovertita con CVE, 24/11/14 FA). In tutti i casi, tranne uno, la cardioversione è stata farmacologica tramite Amiodarone. Al momento prendo come terapia Almarytm 100 mg (1/2 x 2) e Sotalex 80mg (1 x 2). Le chiedo se secondo lei dovrei e se soprattutto potrei subire un'ablazione in considerazione degli episodi avuti e delle condizioni del mio cuore sottoposto a due interventi nel giro di pochi anni. Cosa mi consiglia? Purtroppo c'è chi mi dice che dovrei fare l'ablazione prima possibile e chi mi dice invece di non farla perchè nel mio caso non servirebbe a nulla (atrio sx dilatato 50mm....). Vista la discrepanza dei giudizi ho deciso di chiederle un parere La saluto e la ringrazio anticipatamente. Cordiali Saluti Giorgio

 

Risposta:

Gent.mo Giorgio, la non uniformità delle risposte che finora ha ricevuto non mi sorprende. Effettivamente ci sono delle caratteristiche della sua cardiopatia che potrebbero far pensare che una eventuale ablazione abbia scarse probabilità di successo: tra queste la significativa dilatazione atriale sinistra, la sicura presenza di fibrosi atriale sinistra (conseguenza della valvulopatia mitralica da cui era affetto) e i due interventi che ha subito, che possono favorire l'insorgenza di aritmie complesse che all'ECG possono mimare una semplice fibrillazione atriale ma che in realtà sono sottese da un diverso meccanismo d'innesco. Inoltre, bisognerebbe conoscere esattamente la tecnica di esecuzione degli interventi a cui è stato sottoposto per capire se sia ancora possibile l'accesso con i cateteri all'atrio sinistro, sede principale della eventuale ablazione. Dall'altro lato il pattern della fibrillazione atriale (ricorrente e non persistente o permanente), la discreta risposta ai farmaci, la sua giovane età sono tutti fattori che possono essere predittivi dell'efficacia dell'ablazione. Per concludere direi che, considerata la sua giovane età e i sintomi importanti che Lei lamenta, io sarei favorevole all'ablazione, a patto che in corso della stessa si cerchi di eliminare tutte le aritmie eventualmente presenti (fibrillazione atriale, flutter atriale e, se presenti, anche tachicardie atriali). Tenga in considerazione, infine, che, nel Suo caso, la percentuale di successo dell'ablazione e' non superiore al 70% e potrebbe essere necessario eseguire più di una procedura. Resto a Sua disposizione se Volesse farMi visionare la Sua documentazione ed eventualmente anche per eseguire l'ablazione (che, effettivamente, andrebbe eseguita in tempi brevi). La saluto cordialmente.

 

Ha risposto: Dr. Quintino Parisi

 

 

title

17.10.2018

Qtc lungo

Risponde: Dr. Quintino Parisi

06.10.2018

sindrome di brugada

Risponde: Dr. Quintino Parisi

14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Risponde: Dr. Quintino Parisi

18.07.2018

Battiti cuore

Risponde: Dr. Quintino Parisi

12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Risponde: Dr. Quintino Parisi

25.03.2018

mitralclip4

Risponde: Dr. Quintino Parisi

12.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

10.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

31.01.2018

Extrasistolia

Risponde: Dr. Quintino Parisi

13.01.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.10.2018

Qtc lungo

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 06.10.2018

sindrome di brugada

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy