titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Quintino Parisi

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:



 


 

Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Aritmologia e Cardiostimolazione


Sede Professionale

Esercita  come Dirigente Medico di I° livello presso il Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” – Campobasso, già Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1998  presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Lecce

 

Specializzato in Cardiologia nel 2004 presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma  


Consegue nel 2008 il titolo di Dottore di Ricerca in “Fisiopatologia dello Scompenso Cardiaco”

presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

 

Presidente regionale (Molise - Abruzzo) Associazione italiana Aritmologia e Cardiostimolazione

 

Attività professionali principalmente svolte

 

Laboratorio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione

 

Procedure effettuate come primo operatore

 

- studi elettrofisiologici endocavitari

 

- ablazioni transcatetere con radiofrequenza di tachicardie sopraventricolari da rientro nodale e da via accessoria, flutter atriale tipico, tachicardie atriali focali, flutter atriali atipici,  fibrillazione atriale, tachicardie ventricolari focali e da rientro; le procedure ablative di aritmie complesse vengono effettuate mediante l’ausilio di un sistema di mappaggio elettroanatomico (St Jude Medical EnSite NavX/ EnSite Array non - contact)

 

- impianti e sostituzioni di pacemaker e defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari

 

- estrazioni  endocardici di pacemaker e di defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari, anche mediante metodica laser;

 

-          head-up tilt test

 

-          cardioversioni elettriche esterne

 

 


.

 

 

 

 

 


 

title

Argomento:

ICD o TAVI (o altro)?

 

Domanda:

Gentile Dottore Ho 70 anni e sono affetto da scompenso cardiaco di IV classe NYHA e sono portatore di un ICD. Tale scompenso è causa di una lieve insufficienza renale e di gonfiore all’addome e agli arti. Mi è stato consigliato da un cardiologo di potenziare l’ICD evidenziando tuttavia la possibilità (al 35%) di inefficienza del potenziamento, che comunque, anche in caso negativo, riporterebbe la situazione alla condizione iniziale. Un altro cardiologo del medesimo ospedale mi ha prospettato una eventuale possibilità di essere sottoposto ad un intervento (TAVI). Sarei grato se mi aiutasse a capire quale potrebbe essere la scelta più positiva e meno rischiosa; inoltre se io scegliessi di potenziare l’ICD, in caso di mancanza del risultato sperato potrei poi optare per l’intervento suindicato? Conoscendo la sua perizia nell’ambito delle aritmie, vorrei un suo parere sia a proposito del mio stato di salute (quantunque io abbia ben presente che tale parere non possa essere considerato un surrogato di una diagnosi) sia sull’opportunità di sottopormi ad un eventuale intervento presso una struttura dove lei opera. Cordiali saluti e ringraziamenti. P.S. Eccole i dati ecocardiografici: FE 30% SIV 14mm. ventricolo sinistro dilatato e rimodellato con notevole riduzione della capacità contrattile più evidente a carico della parete inferiore e posteriore – atrio sinistro dilatato - Aorta: lembi valvolari calcifici e stenotici – Ectasia della radice aortica e del tratto tubulare – Mitrale: lembi fibro calcifici non stenotici – cavità destra: dilatata – Presenza di elettro catetere - Pericardio: non segni di versamento – Disfunzione sistolica di grado severo – Rigurgito mitralico moderato – Aorta: steno-insufficienza valvolare aortica di grado moderato – Rigurgito tricuspidelico lieve (PG max 30 mm. Hg, PAPs 35mm. Hg)

 

Risposta:

Gent.mo utente, dalle informazioni cliniche e strumentali che mi ha fornito, al momento, se l'indicazione è confermata anche dall'ECG (il cui referto non ha riportato), potrebbe avere più senso eseguire un upgrade a ICD biventricolare (il potenziamento di cui parla Lei) piuttosto che l'impianto di una valvola aortica percutanea, la cui indicazione e' la presenza di una stenosi aortica severa (al momento risulta moderata). Se l'entità della stenosi aortica dovesse poi peggiorare nel tempo, potrà essere sempre eseguita anche la TAVI. Sono comunque a Sua disposizione per visionare la documentazione e e valutare insieme la migliore opzione per il Suo caso. Può contattare la segreteria del dipartimento cardiovascolare del centro dove lavoro (a Campobasso) al 0874 312403 o direttamente me sulla casella di posta elettronica. Cordiali saluti.

 

Ha risposto: Dr. Quintino Parisi

 

 

title

17.10.2018

Qtc lungo

Risponde: Dr. Quintino Parisi

06.10.2018

sindrome di brugada

Risponde: Dr. Quintino Parisi

14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Risponde: Dr. Quintino Parisi

18.07.2018

Battiti cuore

Risponde: Dr. Quintino Parisi

12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Risponde: Dr. Quintino Parisi

25.03.2018

mitralclip4

Risponde: Dr. Quintino Parisi

12.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

10.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

31.01.2018

Extrasistolia

Risponde: Dr. Quintino Parisi

13.01.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.10.2018

Qtc lungo

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 06.10.2018

sindrome di brugada

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy