titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Pasquale Saracino

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 

 

 

Verifica Esperto con FnomCeo


 

Sede Lavorativa

Dirigente Medico di Ruolo presso il Presidio Ospedaliero di Lucera "F. Lastaria"

Responsabile della U.O.S. di Cardiologia e del Day Hospital/Service per la Diagnosi e terapia

dell' Ipertensione arteriosa sistemica e complicanze d'organo

 

Formazione e Titoli

Laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Roma "La Sapienza"


Specializzato nel 1994 in Cardiologia presso il Dipartimento di Scienze Cardiovascolari di Roma “La Sapienza”


Specializzato in Medicina Interna presso la 1^ Cattedra di Medicina Interna dell'Università degli Studi di Foggia


Master di II Livello in Emostasi e Trombosi presso l'Università di Foggia.

Ha conseguito la Certificazione di Competenza della Societa' Italiana di Ecografia cardiovascolare (SIEC).

Rappresentante FCSA (Federazione dei Centri di Sorveglianza delle terapie Antitrombotiche) e componente del Tavolo Tecnico sulla Trombosi istituito presso l'Agenzia Regionale Sanitaria della Puglia (ARES-Puglia).

Membro del Gruppo di lavoro per il Rischio Clinico-ASL FG sulla "Appropriatezza e Farmacovigilanza della terapia anticoagulante".

Autore di 30 pubblicazioni scientifiche.

Relatore e moderatore a numerosi convegni di cardiologia e medicina interna.

Presidente della "World Thrombosis Day" organizzata in Capitanata ad Ottobre 2014 cui hanno partecipato i maggiori esperti nazionali ed internazionali  in tema di Trombosi e nuove terapie.
Socio della Società Italiana di Cardiologia (SIC), della FCSA, della Società Italiana di Ecografia Cardiovascolare (SIEC).

 

 


 

title

Argomento:

fibrillazione atriale

 

Domanda:

Buongiorno Dottore Mia zia, 65 anni, di FA soffre di sporadici brevi episodi di tachicardia, a settembre il cardiopalmo è durato più del solito ed è sfociato in un episodio di Fibrillazione atriale, Domando se è il caso che prende coumadin o basta l'ASA? Consultati cardiologi hanno pareri contrastanti...PS nessun fattore di rischio CV, PA 140/80 dal suddetto episodio.... Grazie

 

Risposta:

Gentile sig. Berardi, la valutazione del rischio di ictus nel paziente con episodi di FA viene fatta tenendo conto del CHA2DS2-Vasc, score di rischio basato su taluni parametri, applicato il quale si ottiene un punteggio che è espressione del rischio annuale del paziente in questione. Nel caso della zia, tale rischio è pari a 2 (2,2%/anno), pertanto, sec. le LG deve essere sottoposta a terapia anticoagulante orale con Coumadin o con un nuovo anticoagulante orale (NAO). Grazie e auguri.

 

Ha risposto: Dr. Pasquale Saracino

 

 

title

09.10.2015

Sindrome di Brugada

Risponde: Dr. Pasquale Saracino

02.07.2015

trigliceridi alti

Risponde: Dr. Pasquale Saracino

19.06.2015

ipertensione

Risponde: Dr. Pasquale Saracino

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 22.05.2018

Tachicardia sinusale con sincope

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 20.05.2018

Operare sì o no?!

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 17.05.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Stefano Benussi

 

Pubblicato il: 12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 05.04.2018

sindrome aritmogena su base genetica

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy