titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Giuseppe De Martino

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 

web site


 - 0815150968 

 - 0815156948

 

 

 

 

 

 

 

 


Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Artimologia e Cardiostimolazione

 

Sedi Professionali

 

Il Dr. De Martino e la sua equipe (aritmologi Servisan) effettuano in convenzione con

il S.S.N. interventi di elettrofisiologia nei seguenti centri:


-Clinica Sanatrix - Napoli

-Clinica Villa del Sole - Salerno

-Clinica Salus - Battipaglia (Sa)

-Cittadella della Carità, Fondazione S.Raffaele - Taranto

-Clinica Malzoni - Agropoli (Sa)

-Clinica Trusso di Ottaviano (Na)

 


Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1996 presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Specializzato nel 2000 in Cardiologia presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Iscritto nel 1998 nell’Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Salerno

 

Esperienze lavorative

2002-04

Professore a contratto presso il corso di laurea in fisiopatologia e perfusione cardiovascolare dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

2005

Responsabile presso l'Università Cattolica di Campobasso nelle unità operative per la diagnosi e il trattamento delle aritmie e scompenso cardiaco

2006

Responsabile di unità operativa di aritmia e scompenso cardiaco presso l’ accreditato ospedale di Santa Maria in Bari

2011-2012

Responsabile Area Sanitaria Cardioservizi SPA


        

ATTIVITA’ LAVORATIVA:      


-       Circa 9000 tra studi elettrofisiologici, ablazioni transacetere di TPSV, flutter atriali o TV

-       Circa 5000 ablazioni transcatetere di TPSV o TV

-       Circa 2700 ablazioni Fibrillazione atriale

-       Circa 9000 impianti di pacemaker

-       Circa 3800 icd (DI CUI 220 icd biventricolari)

-       Circa 950 estrazioni di PM / ICD 

 

Il Dott. De Martino è uno dei 5 Elettrofisiologi Italiani certificati per l'ablazione Robotica della Fibrillazione atriale mediante sistema Hansen.

- Il Dott. De Martino è uno dei 5 Elettrofisiologi Italiani certificati per l'ablazione Robotica della Fibrillazione atriale mediante sistema Hansen.

+info: http://www.doctoralia.it/medico/de+martino+giuseppe-12335847

 


ATTIVITA' SCIENTIFICA:

In Italia dal 2003 rappresenta un comitato di lavoro per lo sviluppo della tecnologia europea in aritmie.

E 'stato relatore o moderatore a convegni nazionali ed internazionali fino ad oggi in 178 occasioni.

Dal 2007 è uno dei 16 docenti del master europeo in elettrofisiologia.

E 'autore di 43 articoli originali in aritmologia


      

Video 1 (Aritmie cardiache, malattie della società che invecchia. Tecnologie, tecniche, terapie)

 

 

 

 


 

title

Argomento:

Scelta terapeutica per fibrillazione atriale

 

Domanda:

Buongiono. Nel 2011 all'età di 45 anni ho avuto due episodi di FA a distanza di un mese uno dall'altro. In entrambi i casi la FA è rientrata spontaneamente dopo circa 8 ore dall'insorgenza, senza somministrare alcun farmaco. Precedentemente avevo avuto altri episodi di palpitazione persistente che però avevo sempre trascurato pensando a semplici raffiche di extrasistole. Dopo il secondo episodio, l mio cardiologo mi ha prescritto una terapia antiaritmica con Rytmonorm nella dose di 425x2. Non mi è stata prescritta invece alcuna terapia anticoagulante, ho preso solo la cardioaspirina per un anno. Gli esami non hanno rilevato cardiopatie, soffro però di ipertensione (ben controllata con Ramipril) e reflusso gastroesofageo abbastanza marcato. Sono passati quasi due anni e mezzo dall'ultima FA e non ho più avuto ricadute. Conduco una vita normale e faccio molta attività fisica, in particolare bicicletta e nuoto. Volevo chiedere se, vista la mia età, non fosse consigliabile tentare soluzioni alternative al trattamento farmacologico continuo. Pensavo ad una ablazione o almeno a un trattamento pill 'n pocket, che preveda l'assunzione di antiaritmici non continuativa ma solo al bisogno. Ovviamente ne ho parlato con il mio cardiologo e si è dimostrato abbastanza freddo per entrambe le soluzioni. Mi piacerebbe però sentire un secondo parere. Grazie.

 

Risposta:

Direi che la scleta della strategia Pill in the Pocket e' la migliore nel suo caso. Poiche' gli episodi sono rari l'assunzione del farmaco solo al bisogno (in caso di crisi) le eviterebbe di assumerlo cronicamente. Al momento non penserei all'ablazione perche' gli episodi sono rari. Cordialita' Giuseppe de martino

 

Ha risposto: Dr. Giuseppe De Martino

 

 

title

16.08.2018

Capogiro

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

27.05.2018

Prevenzione Primaria Cardioaspirina.

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

22.05.2018

Tachicardia sinusale con sincope

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

10.12.2017

crioablazione

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

17.11.2017

Controllo reveal

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

17.09.2017

Tachicardia e fibrillazione atriale parossistica su cuore sano

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

18.08.2017

Tpsv

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

04.07.2017

Reveal

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

30.03.2017

Tachicardia

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

23.03.2017

Fibrillazione atriale

Risponde: Dr. Giuseppe De Martino

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.10.2018

Qtc lungo

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 06.10.2018

sindrome di brugada

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy