titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Quintino Parisi

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:



 


 

Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Aritmologia e Cardiostimolazione


Sede Professionale

Esercita  come Dirigente Medico di I° livello presso il Dipartimento di Malattie Cardiovascolari della Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II” – Campobasso, già Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Università Cattolica del Sacro Cuore

 

Formazione

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1998  presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma

Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Lecce

 

Specializzato in Cardiologia nel 2004 presso Università Cattolica del Sacro Cuore - Roma  


Consegue nel 2008 il titolo di Dottore di Ricerca in “Fisiopatologia dello Scompenso Cardiaco”

presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

 

Presidente regionale (Molise - Abruzzo) Associazione italiana Aritmologia e Cardiostimolazione

 

Attività professionali principalmente svolte

 

Laboratorio di Elettrofisiologia e Cardiostimolazione

 

Procedure effettuate come primo operatore

 

- studi elettrofisiologici endocavitari

 

- ablazioni transcatetere con radiofrequenza di tachicardie sopraventricolari da rientro nodale e da via accessoria, flutter atriale tipico, tachicardie atriali focali, flutter atriali atipici,  fibrillazione atriale, tachicardie ventricolari focali e da rientro; le procedure ablative di aritmie complesse vengono effettuate mediante l’ausilio di un sistema di mappaggio elettroanatomico (St Jude Medical EnSite NavX/ EnSite Array non - contact)

 

- impianti e sostituzioni di pacemaker e defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari

 

- estrazioni  endocardici di pacemaker e di defibrillatori automatici impiantabili monocamerali/bicamerali/biventricolari, anche mediante metodica laser;

 

-          head-up tilt test

 

-          cardioversioni elettriche esterne

 

 


.

 

 

 

 

 


 

title

Argomento:

Morte improvvisa

 

Domanda:

Buongiorno Dottore, sono una vedova e ho tre figli maschi,mio marito è morto improvvisamente a 49 anni ,mentre mio suocero è morto improvvisamente a60anni. Ora mi chiedo quali indagini posso fare ai ragazzi per vedere se c è qualche malattia congenita? Premetto che purtroppo a mio marito non è stata fatta autopsia. La ringrazio

 

Risposta:

Gent.ma Sig.ra, davvero mi dispiace per la sua storia personale. Purtroppo la morte improvvisa è un evento assolutamente imprevedibile e può essere secondaria a cardiopatie ma anche ad eventi improvvisi di natura vascolare cerebrale (ictus o rotture di aneurismi cerebrali). Per quanto riguarda la morte improvvisa cardiaca, gli esami cardiologici di routine possono non identificare alcuna anomalia che possa far pensare a un esito così imprevisto. Facendo qualche ipotesi, l'età della morte di suo suocero potrebbe far pensare a una morte improvvisa secondaria a una cardiopatia ischemica (cioè a un infarto). In tal caso è probabile che anche quella di suo marito possa avere la stessa origine. Direi che, in ogni caso, data la forte familiarità per morte improvvisa, sarebbe indicato anche per i suoi figli uno screening cardiologico completo comprendente: ECG, ecocardiogramma color-Doppler (con particolare attenzione alla morfologia della valvola aortica e del ventricolo destro), ECG Holter delle 24 ore e test da sforzo. Inoltre, sarebbe indicato anche eseguire alcuni esami ematici per escludere una trombofilia genetica, cioè una tendenza congenita alla formazione di coaguli dentro le arterie e le vene (i coaguli sono la causa dell'infarto) tra cui: deficit di proteina C e proteina S, omocisteinemia, folatemia, vitamina B12, ricerca dela mutazione del gene MTHFR, anticorpi anticardiolipina, lupus anticoagulant, fattore V Leiden, etc. (potrà richiedere la lista completa al Suo cardiologo). Oltre a questi esami sarà necessario dosare anche colesterolo e trigliceridi e cercare di seguire una vita sana, evitando fumo e cibi grassi, mantenendo un peso corporeo nei limiti di norma e facendo regolare attività fisica aerobica. La saluto cordialmente.

 

Ha risposto: Dr. Quintino Parisi

 

 

title

12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Risponde: Dr. Quintino Parisi

25.03.2018

mitralclip4

Risponde: Dr. Quintino Parisi

12.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

10.03.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

31.01.2018

Extrasistolia

Risponde: Dr. Quintino Parisi

13.01.2018

Extrasistole

Risponde: Dr. Quintino Parisi

01.12.2017

Bradicardia 52 max 60

Risponde: Dr. Quintino Parisi

17.09.2017

Decorso post ablazione

Risponde: Dr. Quintino Parisi

14.08.2017

Levosideman periodico

Risponde: Dr. Quintino Parisi

28.01.2017

AYUDA

Risponde: Dr. Quintino Parisi

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 16.06.2018

visita specialistica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 09.06.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

Pubblicato il: 02.06.2018

stenosi aortica

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 27.05.2018

Prevenzione Primaria Cardioaspirina.

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 25.05.2018

Prevenzione Primaria nella Donna con Cardioaspirina.

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy