titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Andrea Ariano

Tecnico Perfusionista

 

Curriculum:












Sede professionale

Azienda Ospedaliera “Papa Giovanni XIII” – Cardiochirurgia - Piazza O.M.S.,1 – 24128 Bergamo
"Tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare”

Principali mansioni

  • Circolazione Extracorporea nei pazienti in età neonatale e pediatrica
  • Circolazione Extracorporea in pazienti in età adulta
  • Trapianti cuore – Polmoni – Fegato
  • ECMO respiratorio
  • ECMO cardiaca
  • HIPEC
  • Ex vivo Liver Perfusion

Istruzione e Formazione


Laureato nel 2010 in  Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare  presso “Università degli studi "Federico II" - Napoli

Competenze

Ottima conoscenza delle macchine relative alla laurea conseguita.
Esecuzione di oltre 500 Circolazioni Extracorporee sia adulti che pediatrica
Gestione clinica di oltre 100 ECMO (Extracorporeal Membrane Oxygenator) adulto, pediatrico e stand-by in Emodinamica
Ottime conoscenze delle tecniche Endovascolari sia in Emodinamica che in sala ibrida e delle tecniche cardiochirurgiche.
Ottime conoscenze delle tecniche di chirurgia addominale relativa al trattamento di Peritonectomia citoriduttiva.
Esecuzione di oltre 60 trattamenti HIPEC (Hyperthermic Intraperitoneal Chemotherapy)

Esecuzione di 1 trattamento di HITHOC (Hyperthermic Intrathoracic Chemoterapy).

 

Convegni - Corsi


2009

Convegno “Update sulla malattia coronarica”  Università degli Studi di Napoli “Federico II”
2010

Simposio ”New trends sulla valvola polmonare”  Università degli Studi di Napoli “Federico II”
2011

ECMO International Meeting. Milano

2012

Corso “Stato dell’arte dell’ECMO veno-arterioso”

2012

Convegno “Terapie delle Carcinosi Peritoneali”

2013

Vienna -13th  European Conference on Perfusion Education and Training

2014

Aggiornamento tecnico-pratico sull’utilizzo del drenaggio venoso assistito.

2015

.12 th International Course on Extracorporeal Perfusion Technologies – The Outcome Meeting. Milano

.EuroELSO  – 4th International Congress. Regensburg, Germany

 

 

 

 

 


 

title

Argomento:

ECMO carotidi

 

Domanda:

La ringrazio della rapida risposta. Il progetto su cui vorrei investire è di valutare la possibilità tecnica di cercare di tenere in vita, in un ambiente sterile, la testa di una cavia (o anche di un agnello se questo semplifica la cosa) tramite un sistema modificato ECMO (passando a questo punto per le carotidi) a cui siano collegati anche un rene e una milza artificiale per la pulizia del sangue dove regolarmente vengono inseriti nel sangue nutrienti e dove regolarmente viene sostituito il sangue con quello di cavie (o agnelli) per avere sempre tutti i componenti dello stesso rinnovati (globuli rossi, bianchi ecc...). Al posto dell'eparina, se sarà già disponibile, sarebbe interessante utilizzare l'anticorpo 3F7 sperimentato sui conigli con successo dal Karolinska Institute così da diminuire la possibilità di complicazioni emorragiche altrimenti si userà comunque l'eparina. Ora prima di cominciare ad approfondire meglio il tutto, il primo problema fondamentale che mi ero posto era se fosse possibile, con ovviamente delle modifiche, collegare l'ECMO alle carotidi e per questo le avevo posto la domanda precedente

 

Risposta:

La ringrazio per aver esposto il suo progetto. Personalmente non vedo nessuno scopo utile, alle conoscenze attuali, nel creare questo tipo di sistema, ma per toglierle qualche dubbio le farò lo stesso le mie considerazioni tecniche. Innanzitutto volevo precisare che la sperimentazione su agnelli si riferisce a studi effettuati all'estero. Se ha pensato alle cavie per un discorso legislativo italiano prenderò in considerazione questi animali. Il sistema Ecmo che vuole creare è tecnicamente possibile. Le criticità da risolvere saranno molteplici, dall'incannulazione al disegno del circuito al tipo di pompa da utilizzare, alla scoagulazione ecc ecc. Per quanto riguarda la scoagulazione,attualmente, l'eparina è il farmaco di maggior successo in ecmo; le sconsiglio l'uso di altri farmaci. Le ricordo che la scoagulazione è necessaria e sarà un grosso problema per il sistema che vuole creare. I componenti dell'ecmo, soprattutto l'ossigenatore , spesso devono essere sostituiti dopo 15-30 giorni, infatti l'ecmo è utilizzato solo per il tempo strettamente utile al recupero funzionale degli organi coinvolti, precisamente da qualche giorno ad alcune settimane e in pochi casi come bridge al trapianto anche per mesi. Nei casi di perfusione d'organo a scopo di trapianto, l'impiego è limitato a poche ore. Purtroppo le complicanze aumentano con il tempo di impiego. D'altronte siamo di fronte ad organi artificiali (cuore e/o polmoni) e come tali sono ancora lontani nello svolgere il lavoro come un organo umano. Infine le consiglio di affidarsi ad un'equipe multidisciplinare di grande esperienza che difficilmente riuscirà a trovare; come le dicevo il sistema è tecnicamente realizzabile ma non privo di grossi rischi di insuccesso dopo breve tempo oltre al fatto che non esiste nessun criterio medico-terapeutico nel realizzare quello che mi ha detto. A disposizione. Cordialità Dr Andrea Ariano - Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare

 

Ha risposto: Dr. Andrea Ariano

 

 

title

15.08.2016

ecmo

Risponde: Dr. Andrea Ariano

20.04.2016

Informazioni sulla figura del perfusionista

Risponde: Dr. Andrea Ariano

19.12.2014

Cec in intervento triplo by pass e doppia sostituzione valvolare

Risponde: Dr. Andrea Ariano

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 16.06.2018

visita specialistica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 14.06.2018

ipertensione

Esperto: Dr. Rocco Contuzzi

 

Pubblicato il: 09.06.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

Pubblicato il: 02.06.2018

stenosi aortica

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy