titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

title

foto

Prof.Michele De Bonis

Specialista in Cardiochirurgia

 

Curriculum:






Verifica Esperto con FnomCeo

 


 

Sede Professionale:

Professore Associato di Cardiochirurgia presso l’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano.


Primario di Cardiochirurgia delle tecniche avanzate e di ricerca, Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare - Unità Operativa di Cardiochirurgia, Ospedale Universitario San Raffaele, Milano.


Direttore della scuola di specializzazione in Cardiochirurgia

 

Ruoli ed incarichi a livello nazionale ed internazionale:

Nel corso degli anni, e con maggiore intensità a partire dal 2009, ha ricoperto importanti ruoli operativi a livello nazionale e soprattutto internazionale nell’ambito della European Association for Cardiothoracic Surgery, European Society of Cardiology, American Heart Association e Società Italiana di Cardiochirurgia.

L’intensa attività organizzativa e scientifica svolta, gli hanno consentito di raggiungere posizioni anche apicali all’interno di tali organizzazioni quali la Presidenza (Chairmanship) del Working Group on Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology ed il ruolo di “Referente” (liaison) per l’Europa della Leadership Committee Commission of Council on Cardiovascular Surgery and Anesthesia dell’American Heart Association.


Tra gli altri incarichi si ricordano i seguenti:

-      Fellow della European Society of Cardiology (FESC)

-    Membro della Task Force Europea per le Linee Guida sulle patologie valvolari cardiache della European Society of Cardiology e European Association for Cardiothoracic Surgery (Versione 2012)

-    Co-referente del Comitato per “Linee guida e position papers” e membro del comitato per i rapporti con la European Association for Cardiothoracic Surgery della Società Italiana di Cardiochirurgia

-      Membro dell’“Acquired Cardiac Disease Domain” della European Association for Cardiothoracic Surgery

-      Membro del Nucleus del Working Group for Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology

-      Segretario del Nucleus del Working Group for Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology (2010-2014)

-    Membro della Oversight Committee della European Society of Cardiology per il programma “Awareness in Mitral Regurgitation” (2016-present)

-          Membro della “European Association for Cardiothoracic Surgery”

-          Membro dell’American Heart Association

-          Membro della European Society of Cardiology

-          Membro della Società Italiana di Cardiochirurgia

 

Istruzione e formazione

- Laurea in Medicina e Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

- United States Medical Licensing Examination (USMLE) Certification

- “Full registration” at the General Medical Council of United Kingdom

- Full time fellowship presso la European Homograft Bank, Bruxelles

- Postgraduate Fellowships presso:

- Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare e Toracica,   Onze Lieve

  Vrouw Clinic, Aalst, Belgium .

- Dipartimento di Cardiochirurgia, Brugmann University Hospital e  

  Queen Fabiola University Hospital for Children, Bruxelles, Belgium

- Specialist Registrar in Cardiothoracic Surgery, St. George’s University Hospital,

Londra

- Specializzazione in Cardiochirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

- Fellowship sui sistemi di supporto meccanico al circolo, German Heart Institute, Berlino

 

Attività operatoria

Ampia esperienza su tutti gli aspetti della cardiochirurgia dell’adulto. La chirurgia riparativa della valvola mitrale e della valvola tricuspide, spesso nel contesto di chirurgia plurivalvolare, e l’impianto di sistemi di assistenza ventricolare a lungo termine come “destination therapy” rappresentano aree di particolare specializzazione.

 

Attività scientifica

E’ autore o co-autore di oltre 140 pubblicazioni, 14 capitoli in testi di cardiochirurgia e co-editore di un libro sulla tecnica Edge-to-edge per la riparazione mitralica. Intensa attività congressuale soprattutto in ambito internazionale con circa 180 presentazioni delle quali 70 su invito.

 

 


 

title

Argomento:

Info pacemaker o vad

 

Domanda:

Preg.mo Dr. Michele De Bonis , buonasera, vorrei chiederle un informazione riguardo la differenza tra una pace maker ed un Vad. Alla mia veneranda età di 75 anni faccio fatica ad allacciarmi le scarpe in modo che possa capire il disagio che provo oramai da anni, idem se percorro brevi tratti di strada \"e che non siano mai in salita\" , diversamente non riuscirei a muovere più di qualche passo. Leggendo varie riviste, ho notato il Vad, che sembra ripristinare la corretta ossigenazione e quindi ridare vigore ad un cuore effettivamente affaticato. Le sarei grato se magari mi potesse spiegare quale differenza sostanziale esiste tra i 2 apparecchi come specificato in oggetto, e quali tipi di inconvenienti possono creare. Con viva cordialità. Marcello

 

Risposta:

Caro Sig. Marcello la domanda che lei pone è complessa e richiederebbe molto tempo (e testo) per essere affrontata in modo esauriente. Il primo elemento essenziale sarebbe diagnosticare quale è il suo problema in modo da individuare la terapia più efficace. La sua diagnosi non emerge da quanto mi scrive. Supponendo, per rispondere al suo quesito, che lei sia affetto da una forma severa di insufficienza cardiaca con severa disfunzione ventricolare, bisognerebbe valutare se ha anche blocco di branca sinistra e/o insufficienza mitralica. Il pace-maker, cosiddetto biventricolare, può aiutare il cuore a funzionare meglio in alcuni casi e migliorare i sintomi del paziente. Spesso è associato ad un defibrillatore che funziona da salvavita in caso di comparsa di aritmie gravi. Il VAD o sistema di assistenza ventricolare è una pompa che viene inserita all'interno del ventricolo sinistro e spinge il sangue al suo posto. E' una terapia complessa, che richiede un cavo di alimentazione che esce dalla cute e che è collegato a delle batterie portate in una borsetta a tracollo. In genere il VAD si considera in pazienti che già hanno un pace-maker biventricolare/defibrillatore e, nonostante questo, hanno una aspettativa di vita breve per la gravità della disfunzione cardiaca. I centri che si occupano di questa terapia sono pochi ed altamente specializzati perchè si tratta di una terapia che richiede competenze multidisciplinari ed alto livello di organizzazione. Le problematiche sono complesse e le consiglierei di rivolgersi ad uno specialista del settore facendosi visitare da lui e discutendo della sua situazione. Difficilmente è possibile trovare risposte adeguate a problemi di questo tipo navigando su internet. Con i miei più affettuosi auguri e saluti, Prof. Michele De Bonis, MD, FESC

 

Ha risposto: Prof.Michele De Bonis

 

 

title

26.12.2017

Riparazione valvola aorta

Risponde: Prof.Michele De Bonis

02.08.2017

Insufficienza aortica e vasodilatatori

Risponde: Prof.Michele De Bonis

09.04.2017

Pfo e trombifilia genetica

Risponde: Prof.Michele De Bonis

05.04.2017

cardiopalmo

Risponde: Prof.Michele De Bonis

25.02.2017

Mitraclip

Risponde: Prof.Michele De Bonis

12.02.2017

insufficenza mitralica e tricuspidale

Risponde: Prof.Michele De Bonis

11.01.2017

ECTASIA severa aorta ascendente e insufficienza LIEVE valvola aortica tricuspidale

Risponde: Prof.Michele De Bonis

06.01.2017

Sospensione cardioaspirina per intervento chirurgico.

Risponde: Prof.Michele De Bonis

03.12.2016

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLA PATOLOGIA VALVOLARE

Risponde: Prof.Michele De Bonis

01.09.2016

visita

Risponde: Prof.Michele De Bonis

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 13.01.2018

Extrasistole

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 12.01.2018

ipertensione

Esperto: Dr. Rocco Contuzzi

 

Pubblicato il: 12.01.2018

Aritmia

Esperto: Dr.Matteo Santamaria

 

Pubblicato il: 26.12.2017

Riparazione valvola aorta

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 18.12.2017

extra-sistole

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy