titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

title

foto

Dr. Rocco Contuzzi

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 


 

Verifica Esperto con FnomCeo


Perfezionato in

Emodinamica


Formazione

Laureato nel 2002 in Medicina e Chirurgia presso Università “La Sapienza” di Roma iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Matera

 

Sedi Professionali

-Ospedale Madonna delle Grazie - Matera

-Aster Diagnostica - Via delle Costellazioni, 306‎ Roma

 


 

 



 

 


 

 


 

title

Argomento:

Tachicardia notturna

 

Domanda:

Salve, ho 42 anni. Lo scorso anno ho cominciato a soffrire di tachicardia e ho avuto anche degli episodi di tachicardia notturna che tuttora permangono. Il tutto è stato attribuito ad una tiroidite subacuta ( ma con valori ematici tiroidei normali, appena ricontrollati) che poi ho curato e che pare risolta già da mesi. Il problema è che purtroppo mi capita ancora di svegliarmi all'improvviso di notte, come se avvertissi una sensazione di disagio orribile . Ho giusto il tempo di mettermi a sedere sul letto, e poi i battiti impazziscono per alcuni minuti. Io ne avverto tantissimi.Li sento in gola. Cerco di respirare lentamente e di gestire la cosa, ma non è semplice. Poi, lentamente,i battiti tornano normali. Mi rimane però un senso di nausea, spossatezza e ovviamente tanto spavento. Ho fatto gastroscopia per valutare problemi digestivi e la diagnosi è di ernia iatale e reflusso (che curo comunque da tempo con Nexium e antiacidi e che, a parte un inspiegabile bruciore alla lingua, non mi danno fastidi importanti). Prendo mezza compressa di Lobivon dal periodo della tiroidite. Ho fatto ecg, ecocardiogramma, holter. Tutto negativo. Le volte in cui sono andata in pronto soccorso (qui non abbiamo ospedale ma solo un pronto intervento) le crisi di battiti erano rientrate e spesso nemmeno mi veniva fatto ecg. La sera prendo il Lexotan per cercare di aiutare un riposo sereno ma credo non serva a nulla, perché di sonno ne ho ed è proprio poco dopo essermi addormentata che succede tutto. Non nascondo che il periodo sia stressante per alcuni problemi personali ma non so se questo possa determinare tanti problemi.Ultimamente faccio le ore piccole proprio per paura di dormire e di avere problemi. Credo di aver registrato l'ultimo episodio con quella macchinetta portatile che rileva ecg ma devo mostrarlo al cardiologo. Stranamente i battiti erano sui 90 ma io ne percepivo almeno il doppio Se potesse darmi una mano a capire, vi sarei davvero grata. Non vorrei fare esami invasivi prima di avere qualche informazione chiara. Grazie di cuore.

 

Risposta:

Buongiorno, chiedo scusa per il ritardo. Dato che ha già eseguito tutti gli accertamenti cardiologici del caso, ha ernia jatale, io le consiglio come stile di vita di andare a dormire almenp tre ore lontano dal pasto. Non credo che debba fare altri accertamenti.

 

Ha risposto: Dr. Rocco Contuzzi

 

 

title

09.07.2017

coronarie

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

22.06.2017

pressione..

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

05.06.2017

cuore

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

25.05.2017

Aritmia

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

22.05.2017

equilibrio

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

10.04.2017

coronarie

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

04.04.2017

pressione

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

15.03.2017

Ipertensione

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

16.01.2017

Emiblocco anteriore sinistro

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

18.12.2016

Cuore

Risponde: Dr. Rocco Contuzzi

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.09.2017

Tachicardia e fibrillazione atriale parossistica su cuore sano

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 02.09.2017

aneurisma toracico discendente sacciforme

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 18.08.2017

Tpsv

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 14.08.2017

Levosideman periodico

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 02.08.2017

Insufficienza aortica e vasodilatatori

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy