titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr. Antonio Trivisonno

Specialista in Cardiologia

 

Curriculum:

 

 

 

 

 

 

Verifica Esperto con FnomCeo


 

Perfezionato in

Emodinamica


Formazione

Laureato nel 2003  in Medicina e Chirurgia  presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”
Specializzato nel 2007  in Cardiologia  presso la Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

 


Sedi Professionali
U.O.C. di Cardiologia, Ospedale “Ferdinando Veneziale”, Isernia
U.O.C. di Cardiologia, Ospedale “Antonio Cardarelli”, Campobasso


Esperienze Lavorative

2012

Dirigente Medico della disciplina di Cardiologia presso l’U.O.C. di Cardiologia, Ospedale “F. Veneziale”, Isernia e U.O.C. di Cardiologia, Ospedale “A.Cardarelli”, Campobasso.

2009-2012:

Dirigente medico presso l’U.O.C. di Emodinamica, Dipartimento di Malattie Cardiovascolari, Università Cattolica del Sacro Cuore, Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche “Giovanni Paolo II”, Campobasso (dal Luglio 2011 Fondazione di Ricerca e Cura “Giovanni Paolo II”)

2008-2009:

Dirigente Medico della disciplina di Cardiologia presso l’U.O.C. di Cardiologia, Ospedale “A. Cardarelli”, Campobasso.

2007-2008

Medico Borsista presso il laboratorio di Emodinamica dell’USSD di Diagnostica ed Interventistica del Dipartimento Cardiovascolare, Ospedali Riuniti di Bergamo.

 

 

 

 

 

 

 


 

title

Argomento:

ipertensione

 

Domanda:

Buongiorno Dottore Ho 41 anni e da circa 16 anni soffro di ipertensione la minima, assumo micardis , e Seles beta per tachicardia, da circa un mese ho sbalzi di pressione specie la notte , domenica andando in macchiana ho avuto uno sbalzo di pressione oltre 210 / 130 portato al PS fatto tutti i accertamenti il, analisi,ECG, eco cuore,tutto normale, il medico mi ha cambiato il farmaco e prendo il reaptan 10/5mg pero leggendo il foglio riporta che può fare venire infarto,arresto cardiaco,ictus,inf pancreas, impotenza, ecc...., la mia domanda quante probabilità o di contrarre queste malattie assumendo il farmaco e vero che fa venire impotenza e se si dopo quante compresse posso dire di essere fuori pericolo? In oltre prende il Seles beta pero lo divido in due e mi accorgo che non riesce a coprire le 12 ore i battiti si alzano prima come mai? Grazie

 

Risposta:

Buongiorno gentile paziente, La variabilità della pressione arteriosa può essere un problema perché quando si raggiungono valori così alti possono verificarsi sintomi come mal di testa, cefalea, tachicardia ma soprattutto la pressione esercitata dal sangue sulle pareti dei vasi è talmente elevata che può sfiancarli o addirittura romperli e di conseguenza aumenta il rischio di gravi patologie come infarto miocardico, ictus, emorragia cerebrale, dissezione aortica. E' pertanto molto importante un attento controllo della pressione: misurarla una volta ogni tanto dal medico non può bastare. Chi è iperteso dovrebbe imparare l'automisurazione e fare più letture giornaliere a casa: con un "diario" della pressione il medico ha una fotografia molto più veritiera. Consiglierei inoltre di prenotare un Holter pressorio che consente di fare un monitoraggio continuo della pressione arteriosa nelle 24 ore. Dai dati da lei forniti risulta inoltre essere in sovrappeso per cui consiglio una dieta povera di grassi e sale ed esercizio fisico regolare che possono far perdere un po' di kg e ridurre i valori pressori. Anche fumo, alcol e stress possono far aumentare la pressione. Per quanto riguarda il Reaptan, gli effetti collaterali da lei descritti sono molto rari, il che significa che sono stati segnalati in pochissimi pazienti tra tutti quelli che hanno assunto il farmaco (< 1/10000). Anche l'impotenza e' descritta come effetto collaterale non comune, quindi non deve essere motivo di preoccupazione per non assumere il farmaco. La cosa principale e' ottenere un buon controllo della pressione arteriosa per evitare i rischi di cui ho parlato prima e per prevenire il danno d'organo. Il Seles Beta e' invece un farmaco che si dovrebbe prendere una volta al giorno perché e' efficace per 24 ore dopo la singola dose giornaliera. Bisognerebbe capire di che tipo di tachicardia lei soffre, se è dovuta a stress o altri fattori, eventualmente fare anche un ECG Holter e poi adeguare di conseguenza la terapia.

 

Ha risposto: Dr. Antonio Trivisonno

 

 

title

25.11.2015

Dieta per cardiopatia ischemica

Risponde: Dr. Antonio Trivisonno

19.10.2014

Pacemaker

Risponde: Dr. Antonio Trivisonno

03.10.2014

ipertensione

Risponde: Dr. Antonio Trivisonno

05.03.2014

Informazioni riguardo l'ipertensione!!!Vorrei tanto eliminare i farmaci a riguardo...

Risponde: Dr. Antonio Trivisonno

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 22.05.2018

Tachicardia sinusale con sincope

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 20.05.2018

Operare sì o no?!

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

Pubblicato il: 17.05.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Stefano Benussi

 

Pubblicato il: 12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 05.04.2018

sindrome aritmogena su base genetica

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy