titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

title

foto

Prof.Michele De Bonis

Specialista in Cardiochirurgia

 

Curriculum:






Verifica Esperto con FnomCeo

 


 

Sede Professionale:

Professore Associato di Cardiochirurgia presso l’Università “Vita e Salute” San Raffaele di Milano.


Dirigente di Struttura Semplice - Responsabile della Unità Funzionale di Chirurgia dello Scompenso Cardiaco, Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare - Unità Operativa di Cardiochirurgia, Ospedale Universitario San Raffaele, Milano.


Professore a contratto per il settore scientifico disciplinare MED/23 - Chirurgia Cardiaca del Corso di Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia, della scuola di specializzazione in Cardiochirurgia e del Corso di Laurea in Infermieristica dell'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (2008-2016).


Ruoli ed incarichi a livello nazionale ed internazionale:

Nel corso degli anni, e con maggiore intensità a partire dal 2009, ha ricoperto importanti ruoli operativi a livello nazionale e soprattutto internazionale nell’ambito della European Association for Cardiothoracic Surgery, European Society of Cardiology, American Heart Association e Società Italiana di Cardiochirurgia.

L’intensa attività organizzativa e scientifica svolta, gli hanno consentito di raggiungere posizioni anche apicali all’interno di tali organizzazioni quali la Presidenza (Chairmanship) del Working Group on Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology ed il ruolo di “Referente” (liaison) per l’Europa della Leadership Committee Commission of Council on Cardiovascular Surgery and Anesthesia dell’American Heart Association.


Tra gli altri incarichi si ricordano i seguenti:

-      Fellow della European Society of Cardiology (FESC)

-    Membro della Task Force Europea per le Linee Guida sulle patologie valvolari cardiache della European Society of Cardiology e European Association for Cardiothoracic Surgery (Versione 2012)

-    Co-referente del Comitato per “Linee guida e position papers” e membro del comitato per i rapporti con la European Association for Cardiothoracic Surgery della Società Italiana di Cardiochirurgia

-      Membro dell’“Acquired Cardiac Disease Domain” della European Association for Cardiothoracic Surgery

-      Membro del Nucleus del Working Group for Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology

-      Segretario del Nucleus del Working Group for Cardiovascular Surgery della European Society of Cardiology (2010-2014)

-    Membro della Oversight Committee della European Society of Cardiology per il programma “Awareness in Mitral Regurgitation” (2016-present)

-          Membro della “European Association for Cardiothoracic Surgery”

-          Membro dell’American Heart Association

-          Membro della European Society of Cardiology

-          Membro della Società Italiana di Cardiochirurgia

 

Istruzione e formazione

- Laurea in Medicina e Chirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

- United States Medical Licensing Examination (USMLE) Certification

- “Full registration” at the General Medical Council of United Kingdom

- Full time fellowship presso la European Homograft Bank, Bruxelles

- Postgraduate Fellowships presso:

- Dipartimento di Chirurgia Cardiovascolare e Toracica,   Onze Lieve

  Vrouw Clinic, Aalst, Belgium .

- Dipartimento di Cardiochirurgia, Brugmann University Hospital e  

  Queen Fabiola University Hospital for Children, Bruxelles, Belgium

- Specialist Registrar in Cardiothoracic Surgery, St. George’s University Hospital,

Londra

- Specializzazione in Cardiochirurgia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma

- Fellowship sui sistemi di supporto meccanico al circolo, German Heart Institute, Berlino

 

Attività operatoria

Ampia esperienza su tutti gli aspetti della cardiochirurgia dell’adulto. La chirurgia riparativa della valvola mitrale e della valvola tricuspide, spesso nel contesto di chirurgia plurivalvolare, e l’impianto di sistemi di assistenza ventricolare a lungo termine come “destination therapy” rappresentano aree di particolare specializzazione.

 

Attività scientifica

E’ autore o co-autore di oltre 140 pubblicazioni, 14 capitoli in testi di cardiochirurgia e co-editore di un libro sulla tecnica Edge-to-edge per la riparazione mitralica. Intensa attività congressuale soprattutto in ambito internazionale con circa 180 presentazioni delle quali 70 su invito.

 

 


 

title

Argomento:

Insufficienza aortica e vasodilatatori

 

Domanda:

Gentile Dr. De Bonis, sono un uomo di trentadue anni e avrei bisogno di un indicazione: Le riporto la mia ANAMNESI CARDIOLOGICA cercando di essere il più preciso possibile: A dodici anni, a seguito di una faringite streptococcica con febbre, mi è stato diagnosticato una cardiopatia reumatica che mi ha “graffiato” la valvola aorta (insufficienza aortica di grado lieve/moderato) monitorata con controlli di elettrocardiogramma ed ecocardiografia ogni dodici mesi. La terapia in Ospedale nell’ anno 1997, è stata a base di Deltacortene 100 mg al di, Avonic 4 grammi al, Redoxon (Vitamina C) e punture domiciliari ogni 21 giorni per cinque anni di Triwycillina da 1200000. Mi è stato prescritto circa sette anni fa dal cardiologo curante, il B-bloccante Bisoprololo fumarato - Congescor 2,5 mg da ridurre a 1,25 nel periodo estivo (causa due episodi di ipotensione da caldo con pressione arteriosa di 90 la massima e 55 la minima), per ridurre la frequenza cardiaca e la tachicardia tipica del circolo ipercinetico indotto da una insufficienza aortica. Negli anni la situazione è rimasta invariata, con esami strumentali e del sangue (Emocromo, livelli plasmatici, PCR, Transaminasi, VES) annuali. (Obesità di primo grado 175cm-95kg e steatosi epatica non alcolica). - Elettrocardiogramma (2016): Frequenza 60 bpm Intervallo PR 158 ms Durata QRS 120 ms QT / QTc 418 / 418 MS Assi P-R-T 43 29 58. - Ecocardiogramma Color Doppler ( marzo 2017): Commento: Valvola aorta tricuspidata con lieve fibrosi delle cuspidi che hanno una normale escursione sistolica; normale gradiente valvolare; rigurgito aortico mode-rato a aprtenza centrale e direzionalità verso il lembo anteriore mitralico (velocità delelerazione 2,6; segnale occupa 33% tratto efflusso; back flow in arco (diastole 14 cmq). Aorta alla radice ed ascendente nella norma. Arco ed aorta discendente prossimale nei limiti. Valvola polmonare nei li-miti. Atrio sinistro nella norma. Mitrale anatomicamente normale. Rigur-gito mitralico trascurabile. Ventricolo sinistro nella norma per dimensio-ni, spessori e funzione sistolica. Patter mitralico e DTI (setto laterale:6) come da normale pressione di riempimento del ventricolo sinistro. Settore destro e pressione sistolica polmonare nella norma. TAPSE: 22mm. Peri-cardio nella norma. Parasternale, Aorta:(mm) Radice 35, Ascendente 32, Atrio sinistro:30. Ventricolo sinistro: Diastole: 53, Sistole:32, F.A.: 40%, Setto i.v.:10, Pa-rete 10. FE% 67. Pressione arteriosa 120/70. Asintomatico dal punto di vista cardiovascolare, tendente ad ipotensione nei mesi caldi. Eseguo la profilassi antibiotica per l’endocardite infettiva in caso di manovre odontoiatriche ed endoscopie con Amoxicillina 2 gr. 2 ore prima della procedura. L' ecografia e nella norma, ma mi è stato consigliato dal cardiologo piccole dosi di Ramipril la sera. Secondo Lei, è opportuno proseguire con la terapia in atto (b-bloccante Congescor 2,5) oppure aggiungere un vasodilatatore come l' ACE-inibitore (Ramipril-Triatec 2,5) per ridurre il post carico e la seconda domanda l' ace i. ritarda l' intervento e riduce il rigurgito negli anni ? Cordiali saluti

 

Risposta:

Gentilissimo La sua domanda è molto specifica ma i dati di cui attualmente disponiamo fanno riferimento a studi condotti su pazienti affetti da insufficienza aortica severa, non moderata come nel suo caso. Gli ACE inibitori sono indicati per il trattamento dell’ipertensione in pazienti con insufficienza aortica cronica. Inoltre è ragionevole l’impiego di ACE-inibitori e beta-bloccanti in presenza di insufficienza aortica severa e sintomi o disfunzione ventricolare sinistra (solitamente in pazienti in cui non è possibile intervenire chirurgicamente a causa di gravi comorbidità). Tuttavia la terapia con vasodilatatori non ha mostrato chiari benefici in pazienti con insufficienza aortica severa in assenza di sintomi e con normale funzione ventricolare sinistra. Pertanto nel suo caso (assenza di sintomi, normale funzione ventricolare sinistra, insufficienza aortica non severa ma solo moderata) un chiaro beneficio di tali farmaci non è segnalato nelle attuali linee guida americane o europee. In un caso come il suo, la prescrizione di ACE-inibitori/beta-bloccanti viene di solito eseguita per trattare una ipertensione arteriosa associata o, per gli ACE-inibitori, presupponendo che possano essere di beneficio migliorando la gittata anterograda. Non mi risulta tuttavia che tale auspicio sia supportato da chiare evidenze scientifiche. Augurandomi di esserle stato di aiuto, la saluto cordialmente, Michele De Bonis Prof. Michele De Bonis, MD, FESC, FAHA Professore Associato di Cardiochirurgia Direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiochirurgia Università Vita-Salute San Raffaele Milano Responsabile Unità Funzionale di Chirurgia dello Scompenso Ospedale San Raffaele, Milano

 

Ha risposto: Prof.Michele De Bonis

 

 

title

09.04.2017

Pfo e trombifilia genetica

Risponde: Prof.Michele De Bonis

05.04.2017

cardiopalmo

Risponde: Prof.Michele De Bonis

25.02.2017

Mitraclip

Risponde: Prof.Michele De Bonis

12.02.2017

insufficenza mitralica e tricuspidale

Risponde: Prof.Michele De Bonis

11.01.2017

ECTASIA severa aorta ascendente e insufficienza LIEVE valvola aortica tricuspidale

Risponde: Prof.Michele De Bonis

06.01.2017

Sospensione cardioaspirina per intervento chirurgico.

Risponde: Prof.Michele De Bonis

16.12.2016

Info pacemaker o vad

Risponde: Prof.Michele De Bonis

03.12.2016

TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLA PATOLOGIA VALVOLARE

Risponde: Prof.Michele De Bonis

01.09.2016

visita

Risponde: Prof.Michele De Bonis

24.08.2016

Sostituzione valvola aorta

Risponde: Prof.Michele De Bonis

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 17.09.2017

Tachicardia e fibrillazione atriale parossistica su cuore sano

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 02.09.2017

aneurisma toracico discendente sacciforme

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 18.08.2017

Tpsv

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

Pubblicato il: 14.08.2017

Levosideman periodico

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

Pubblicato il: 02.08.2017

Insufficienza aortica e vasodilatatori

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy