titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

title

foto

Dr.Stefano Benussi

Specialista in Cardiochirurgia

 

Curriculum:

 

 

 

 

Verifica Esperto con FnomCeo


Specialista in Cardiochirurgia e Chirurgia Toracica


Sede professionale

Responsabile di Unità Funzionale/Coordinatore Area di Attività * - Area Chirurgica e delle Specialità Chirurgiche, disciplina di Cardiochirurgia presso Ospedale San Raffaele Unità Operativa di Cardiochirurgia 


Formazione

Laureato nel 1991  in Medicina e Chirurgia presso Università degli Studi di Milano
Iscritto nel 1996  all'Ordine dei Medici di Milano
Specializzato nel 1996 in Chirurgia Toracica  presso Università degli Studi di Milano

Dottorato di Ricerca 2002-2005 in Fisiopatologia Chirurgica Cardiotoracica presso Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Specializzato nel 2010 in Cardiochirurgia presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca


Posizione e incarichi

1996–2000
Dirigente medico di I Livello presso Ospedale San Raffaele Unità Operativa di Cardiochirurgia - Primario Prof.
Attività o settore Cardiochirurgia
2001
Dirigente di Struttura Semplice  presso Ospedale San Raffaele Unità Operativa di Cardiochirurgia - Primario Prof. Ottavio Alfieri Dipartimento CardioToracoVascolare -


Attività Operatoria

Ha eseguito in qualità di primo operatore circa 3500 interventi cardiochirurgici, dei quali 3171 presso l’Ospedale S Raffaele di Milano.

Tra questi:
280 Interventi di rivascolarizzazione miocardica in circolazione extracorporea
287 Interventi di rivascolarizzazione miocardica a cuore battente anche in ministernotomia inferiore
542 Interventi di chirurgia sostitutiva della valvola aortica, in 341 casi associata ad altre procedure
10 Interventi di chirurgia riparativa della valvola aortica
514 Interventi di chirurgia sostitutiva della valvola mitrale in 435 casi associata ad altre procedure
613 Interventi di chirurgia riparativa della valvola mitrale, in 311 casi associata ad altre procedure - anche per accesso minitoracotomico destro.
513 Interventi di chirurgia plurivalvolare
149 Interventi di chirurgia combinata valvolare e coronarica
102 Reinterventi per patologia valvolare o coronarica
175 Interventi di chirurgia dell'aorta ascendente, associata o meno a sostituzione della valvola aortica, in elezione o in urgenza (con arresto di circolo e perfusione selettiva anterograda cerebrale sec. Kazui in 35 pazienti con sostituzione dell’arco/emiarco aortico)
35 Interventi di chirurgia della radice aortica (29 Bentall, 2 Cabrol, 3 Yacoub, 1 Sleeve)
25 Interventi di rimodellamento del ventricolo sinistro
31 Interventi di miectomia/miotomia sec. Morrow per il trattamento della cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva
9 Interventi di pericardiectomia per pericardite costrittiva
10 Interventi di rimozione di masse (tumori) a localizzazione cardiaca
3 Impianti di defibrillatore epicardico
511 Procedure di ablazione chirurgica della fibrillazione atriale associata ad altri interventi a cuore aperto
89 Procedure di ablazione chirurgica per fibrillazione atriale isolata delle quali 41 in minitoracotomia e 18 a torace chiuso, in toracoscopia

E' attualmente parte del Valve Team dipartimentale, un team multidisciplinare per il trattamento della patologia valvolare.

Esperienza personale

12 procedure di riparazione mitralica percutanea con sistema Mitraclip.
- Dal 1999, ricopre turni di reperibilità come primo operatore, incluse urgenze ed emergenze
- Nel corso degli anni ha esercitato in qualità di primo operatore e/o di “proctor”, prevalentemente nel campo della chirurgia ablativa e valvolare riparativa, in diversi Centri in Italia, in Europa (Spagna, Portogallo, Inghilterra, Olanda, Unione Sovietica), Taiwan, Giappone, Hong Kong e nella Repubblica Popolare Cinese

ECFMG (Educational Council Foreign Medical Graduates – Parificazione Laurea in Medicina e Chirurgia USA)
USMLE (United States Medical Licensure Examination), Roma (Italia)

 


 

title

Argomento:

ACE INIBITORE NEL RIGURGITO AORTICO

 

Domanda:

Gentile Prof. Benussi, sono un uomo di trentadue anni, avrei bisogno cortesemente di un indicazione: Le riporto la mia ANAMNESI CARDIOLOGICA: A dodici anni, a seguito di una faringite streptococcica con febbre, mi è stato diagnosticato una cardiopatia reumatica che mi ha “graffiato” la valvola aorta (insufficienza aortica di grado lieve/moderato) monitorata con controlli di elettrocardiogramma ed ecocardiografia ogni dodici mesi. La terapia in Ospedale nell’ anno 1997, è stata a base di Deltacortene 100 mg al di, Avonic 4 grammi al, Redoxon (Vitamina C) e punture domiciliari ogni 21 giorni per cinque anni di Triwycillina da 1200000. Mi è stato prescritto circa sette anni fa dal cardiologo curante, il B-bloccante Bisoprololo fumarato - Congescor 2,5 mg da ridurre a 1,25 nel periodo estivo (causa due episodi di ipotensione da caldo con pressione arteriosa di 90 la massima e 55 la minima), per ridurre la frequenza cardiaca e la tachicardia tipica del circolo ipercinetico indotto da una insufficienza aortica. Negli anni la situazione è rimasta invariata, con esami strumentali e del sangue (Emocromo, livelli plasmatici, PCR, Transaminasi, VES) annuali. (Obesità di primo grado 175cm-95kg e steatosi epatica non alcolica). - Elettrocardiogramma (2016): Frequenza 60 bpm Intervallo PR 158 ms Durata QRS 120 ms QT / QTc 418 / 418 MS Assi P-R-T 43 29 58. - - Ecocardiogramma Color Doppler ( marzo 2017): Commento: Valvola aorta tricuspidata con lieve fibrosi delle cuspidi che hanno una normale escursione sistolica; normale gradiente valvolare; rigurgito aortico mode-rato a aprtenza centrale e direzionalità verso il lembo anteriore mitralico (velocità delelerazione 2,6; segnale occupa 33% tratto efflusso; back flow in arco (diastole 14 cmq). Aorta alla radice ed ascendente nella norma. Arco ed aorta discendente prossimale nei limiti. Valvola polmonare nei li-miti. Atrio sinistro nella norma. Mitrale anatomicamente normale. Rigur-gito mitralico trascurabile. Ventricolo sinistro nella norma per dimensio-ni, spessori e funzione sistolica. Patter mitralico e DTI (setto laterale:6) come da normale pressione di riempimento del ventricolo sinistro. Settore destro e pressione sistolica polmonare nella norma. TAPSE: 22mm. Peri-cardio nella norma. Parasternale, Aorta:(mm) Radice 35, Ascendente 32, Atrio sinistro:30. Ventricolo sinistro: Diastole: 53, Sistole:32, F.A.: 40%, Setto i.v.:10, Pa-rete 10. FE% 67. Pressione arteriosa 120/70. Asintomatico dal punto di vista cardiovascolare, tendente ad ipotensione nei mesi caldi. Eseguo la profilassi antibiotica per l’endocardite infettiva in caso di manovre odontoiatriche ed endoscopie con Amoxicillina 2 gr. 2 ore prima della procedura. L' ecografia e nella norma, ma mi è stato consigliato dal cardiologo piccole dosi di Ramipril la sera. Secondo Lei, è opportuno proseguire con la terapia in atto (b-bloccante Congescor 2,5) oppure aggiungere un vasodilatatore come l' ACE-inibitore (Ramipril-Triatec 2,5) per ridurre il post carico e la seconda domanda l' ace i. ritarda l' intervento e riduce il rigurgito negli anni ? La ringrazio in anticipo Cordiali saluti  

 

Risposta:

Non vi è nessuna evidenza c’è un betabloccante o un ace inibitore riducano la progressione della malattia in un avalvulopatia reumatica. Ha senso prescriverli solo per trattare una eventiuale tendenza all’ipertensione, o per gestire un iniziale condizione di scompenso cardiaco. Di certo non assumerei l’ace inibitore in presenza di bassi valori pressori, per esempio d’estate, quando a vasodilatare il circolo ci pensa già la temperatura. Il futuro di questa valvola é con ogni probabilità la sostituzione chirurgica. In tale ottica, fortemente consigliato: forma fisica e niente fumo, niente reazioni di panico: in buone mani é un intervento a bassissimo rischio, con un taglietto di pochi centimetri. Sicuramente é più alto il rischio di traccheggiare, animati dalla paura, così rovinando inutilmente il suo cuore, ed aumentando il rischio futuro di insufficienza cardiaca ed anche il rischio dell’operazione. Si ricordi la profilassi antibiotica per ogni procedura invasiva, specie per quelle odontoiatriche.

 

Ha risposto: Dr.Stefano Benussi

 

 

title

17.05.2018

fibrillazione atriale

Risponde: Dr.Stefano Benussi

02.12.2017

fibrillazione atriale e MRGE

Risponde: Dr.Stefano Benussi

22.03.2017

Fibrillazione atriale

Risponde: Dr.Stefano Benussi

10.03.2017

valvola aortica biologica

Risponde: Dr.Stefano Benussi

09.03.2017

Ectasia aorta ascendente ed insufficienza mitralica grado medio severa

Risponde: Dr.Stefano Benussi

08.03.2017

fibrillazione atriale.

Risponde: Dr.Stefano Benussi

14.02.2017

Displasia

Risponde: Dr.Stefano Benussi

20.01.2017

FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA

Risponde: Dr.Stefano Benussi

12.12.2016

fibrillazione atriale

Risponde: Dr.Stefano Benussi

15.07.2016

Relazione tra cardiomiopatia ipertrofica con diverticolo di parete e aritmia ventricolare

Risponde: Dr.Stefano Benussi

 

 

 

img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

close

 

 

title

 

Pubblicato il: 07.10.2019

domande concorsi tecnico perfusionista

Esperto: Dr. Mauro Di Marino

 

Pubblicato il: 25.09.2019

Sostituzione valvola mitralica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

Pubblicato il: 01.08.2019

Master

Esperto: Dr. Mauro Di Marino

 

Pubblicato il: 07.07.2019

Crampi

Esperto: Dr. Piero Modugno

 

Pubblicato il: 22.06.2019

Pacemaker e nuoto

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy