titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

Sei in: Area divulgativa/Cardiologia

 

Cardiologia

La coronarografia

Operatore : Medico Cardiologo Emodinamista

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La coronarografia è una metodica che consente di visualizzare direttamente le arterie coronarie che distribuiscono il sangue al miocardio: le immagini fornite dalla coronarografia vengono registrate e immagazzinate in modo da conservarle ed eventualmente poterle riutilizzare in tempi successivi.

Viene eseguita mediante l'introduzione nel corpo di cateteri attraverso i quali si inietta a livello delle coronarie una sostanza (mezzo di contrasto) che consente di visualizzare le arterie stesse.
La coronarografia viene effettuata in ambiente apposito, il Laboratorio di Emodinamica, e in condizioni di sterilità.

 

 

 

 

Il Laboratorio è caratterizzato dalla presenza, al suo interno, di una strumentazione radiologica dedicata allo studio del cuore edi tutte le attrezzature necessarie ad affrontare possibili complicanze che insorgono durante la procedura.
L'esame viene compiuto in anestesia locale, e non è solitamente accompagnato da dolore. I cateteri vengono inseriti nell'arteria femorale, subito al di sotto dell'inguine destro o sinistro e fatti salire fino a raggiungere le arterie coronarie principali. Quando le arterie degli arti inferiori risultano ristrette o chiuse è necessario utilizzare come punto di introduzione dei cateteri l'avambraccio o il polso destro o sinistro.

 

 

 

 

 

 


 

Tramite il catetere si inietta il mezzo di contrasto che consente di visualizzare le coronarie su un apposito monitor. Tale esame ha una durata che è in genere compresa nei 20-30 minuti.

Alla fine della procedura si tolgono i cateteri e si mette una fasciatura stretta intorno alla coscia per evitare che esca il sangue dalla piccola ferita che rimane; questa fasciatura dovrà essere mantenuta per almeno 12 ore, periodo durante il quale il paziente deve stare a letto e non può muovere l'arto. Attualmente esistono anche alcuni sistemi che permettono di chiudere immediatamente il foro effettuato dal medico nell'arteria femorale per far passare i cateteri, attraverso sostanze come il collagene.

Nel caso si utilizzi uno di questi sistemi, il paziente può camminare poche ore dopo la procedura.

Ad oggi viene praticato anche l'accesso arterioso radiale che consente al paziente di potersi muovere e camminare appena finita la procedura.

 

 

 

Pubblicato da: Dr. Mauro Di Marino

 


 

Altri articoli per Cardiologia

06.04.2016

Cuore: lutto aumenta rischio di fibrillazione atriale

Autore: Dr. Mauro Di Marino

12.02.2014

Ipertensione verso nuove vie cura Scoperta la proteina "colpevole

Autore: Dr. Mauro Di Marino

08.07.2013

Cuore infartuato rigenerato con le staminali

Autore: Dr. Mauro Di Marino

29.07.2013

Ablazione delle aritmie

Autore: Dr. Mauro Di Marino

12.10.2017

Alcol, così il cuore va in tilt: alto rischio di aritmie ed extrasistole

Autore: Dr. Mauro Di Marino

24.01.2015

La morte improvvisa nelle malattie ereditarie a cuore strutturalmente sano

Autore: Dr. Mauro Di Marino

22.02.2014

La bio-colla che ripara i cuori "rotti"

Autore: Dr. Mauro Di Marino

22.12.2014

SOS cardiopatie: ne soffrono anche i giovani

Autore: Dr. Mauro Di Marino

29.11.2016

La grande rivoluzione che portò al primo defibrillatore

Autore: Dr. Mauro Di Marino

24.04.2015

Pavia: Università, scoperte le staminali del feto che curano l’infarto

Autore: Dr. Mauro Di Marino

 

 

 

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

16.06.2018

visita specialistica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

14.06.2018

ipertensione

Esperto: Dr. Rocco Contuzzi

 

09.06.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

02.06.2018

stenosi aortica

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

27.05.2018

Prevenzione Primaria Cardioaspirina.

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy