titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

Sei in: Area divulgativa/Cardiochirurgia

 

Cardiochirurgia

Il bypass coronarico

Operatore : Medico Cardiochirurgo

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 



Il by-pass aorto-coronarico è una forma di terapia chirurgica della cardiopatia ischemica.

Lo scopo di questo intervento è quello di saltare, aggirare (by passare) il punto in cui l'arteria coronaria interessata è ristretta o del tutto chiusa, permettendo così a quella parte di muscolo cardiaco che a causa del restringimento riceveva una scarsa quantità di sangue, e quindi anche di ossigeno, di essere rivascolarizzato.  



Il BPAC è una procedura eseguita dallo specialista cardiochirurgo

 

 


 

 

 

La tecnica più frequentemente usata richiede un'incisione longitudinale al centro della parete anteriore del torace attraverso lo sterno.

Questa incisione prende il nome di sternotomia mediana e attraverso queta incisione il cardiochirurgo può accedere al cuore ed all'aorta

Il paziente viene collegato alla macchina cuore-polmoni


                Macchina Cuore-Polmoni

A questo punto il cuore può essere fermato mediante l'infusione nelle coronarie di una speciale soluzione(Cardioplegia)

Il chirurgo esegue quindi i bypass dopo aver praticato una piccola incisione sulle coronarie a valle del punto dove è localizzata l'ostruzione. Eseguiti i bypass il cuore viene di nuovo irrorato dal sangue e riprende a battere; la circolazione extracorporea viene interrotta e l'incisione cutanea viene richiusa.

Il paziente viene poi trasferito nell'unità di Terapia Intensiva.

 

 

Inizialmente tutti i bypass venivano eseguiti suturando un segmento di vena safena (prelevata dalla gamba del paziente) sulla coronaria ostruita; l'altra estremità della vena veniva poi suturata sull'aorta ascendente. Ma i risultati di una rivascolarizzazione di tipo venosa si sono presto rivelati insoddisfacenti: la vena safena può non essere un condotto di buona qualità a causa, ad esempio, della presenza di varici, o a causa della differenza di calibro tra il condotto venoso e la coronaria ( questo spiega la ragione per cui alcuni bypass, circa il 10-20% dei casi, si chiudono in tempi precoci), o soprattutto per la alta tendenza che presenta la vena ad ammalarsi di aterosclerosi (dopo circa 8 anni il 50% dei bypass si chiudono e quelli ancora pervi presentano una parete a volte più malata della coronaria stessa a cui sono stati suturati).


Al fine di aumentare la durata del beneficio dato dall'intervento, nuovi condotti sono stati sperimentati.

All'inizio degli anni '80 venne introdotto l'utilizzo dell'arteria mammaria sinistra (anche detta arteria toracica interna sinistra e che noi da adesso chiameremo LIMA), una arteria decorrente all'interno della cassa toracica subito di fianco allo sterno.

L'intervento di by-pass viene eseguito in anestesia totale e il paziente rimane incosciente durante la procedura. Due diverse procedure di by-pass chirurgico per le coronaropatie sono: (1) l'intervento a cuore battente e (2) l'intervento a cuore fermo.

 

 

 

  • Intervento a cuore battente – definito anche intervento off-pump, viene eseguito mentre il cuore batte. La procedura spesso richiede degli strumenti speciali che consentono al chirurgo di operare sul cuore mentre questo si muove. L'intervento a cuore battente risulta indicato per alcuni pazienti.

 

 

  • Intervento a cuore fermo – la maggior parte degli interventi di by-pass aorto-coronarico viene eseguita praticando un'incisione nel torace mentre il cuore è arrestato e una macchina cuore-polmone si occupa di garantire la circolazione del sangue all'interno del sistema cardiocircolatorio. Questa procedura viene definita chirurgia a cuore fermo ed è l'intervento di by-pass tradizionale.

 

 

 

Pubblicato da: Dr. Mauro Di Marino

 


 

Altri articoli per Cardiochirurgia

27.01.2018

30 DI TRAPIANTI DI CUORE A NAPOLI

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

24.10.2013

Aneurismi Toracici e Toracoaddominali

Autore: Dr. Mauro Di Marino

12.12.2014

Due cuori artificiali per i bambini cardiopatici

Autore: Dr. Mauro Di Marino

30.01.2014

Sostituzione della valvola aortica

Autore: Dr. Mauro Di Marino

07.07.2014

Protesi mitralica, impianto a cuore battente

Autore: Dr. Mauro Di Marino

12.09.2013

Valvulopatie

Autore: Dr. Mauro Di Marino

26.10.2013

Malattia della mitrale

Autore: Dr. Mauro Di Marino

16.09.2013

La chirurgia della valvola mitrale

Autore: Dr. Mauro Di Marino

23.11.2013

Il trapianto cardiaco

Autore: Dr. Mauro Di Marino

12.11.2013

Bentall procedure in ascending aortic aneurysm

Autore: Dr. Mauro Di Marino

 

 

 

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

17.10.2018

Qtc lungo

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

06.10.2018

sindrome di brugada

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

14.09.2018

WOLF PARKINSON WHITE

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

16.08.2018

Capogiro

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy