titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

Sei in: Area divulgativa/Tecnico di Radiologia

 

Tecnico di Radiologia

ECOCARDIOGRAFIA MONALDI 2014

Clinical Decision Making in Echocardiography” How into new echo –technologies and therapies

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Convegno Ecocardiografia Monaldi 2014 è  è un corso sulle nuove tecnologie ecocardiografiche  svoltosi   il 5 Novembre  per medici già esperti e (6 e 7 Novembre) sulle applicazioni cliniche dell’ecocardiografia con particolare riferimento alle nuove tecnologie ecocardiografiche .

Il giorno 7 si è tenuto  un corso per infermieri e tecnici dei laboratorio di ecocardiografia. Ai Corsi e al Convegno caratterizzati da grande interattività  hanno partecipato  esperti Italiani e stranieri nel campo dell’ecocardiografia. La Presidenza del convegno è  stata affidata Prof. Raffaele Calabrò, la segreteria scientifica al Dott. Pio Caso.

L’ecocardiografia è divenuta una delle tecniche diagnostiche di maggior utilizzo nella pratica clinica quotidiana. Molte decisioni cliniche sia di ordine  terapeutico farmacologico (come decidere il tipo di terapia da somministrare) sia di interesse chirurgico (come decidere se operare di riparazione o sostituzione una valvola cardiaca) possono essere prese  grazie alle informazioni di ordine anatomico e fisiopatologiche ricavate dall’ecocardiografia.

Oggi l’89% dei pazienti ricoverati in cardiologia per scompenso cardiaco e il 60% di quelli ricoverati in medicina è sottoposto ad esame ecocardiografico per definire l’orientamento diagnostico e  terapeutico. La richiesta di ecocardiogrammi è in continua ascesa sia a livello ospedaliero che ambulatoriale; dopo l’elettrocardiogramma, l’ecocardiogramma è l’esame più richiesto. L’enorme richiesta si concentra prevalentemente verso i centri di alta specialità che con difficoltà riescono a rispondere alla forte richiesta. Lo testimoniano le lunghe liste di attesa delle Aziende Ospedaliere e degli ambulatori territoriali.

 

Quale il futuro dell’Ecocardiografia?

Le novità in ecocardiografia sono in cinque direzioni: la miniaturizzazione delle macchine, l’ecocardiografia tridimensionale, il ruolo dell’Ecocardiografia nelle Emergenze-Urgenze, l’uso terapeutico degli ultrasuoni, lo studio della funzione ventricolare regionale  e globale  del ventricolo sinistro e destro.

 

Miniaturizzazione delle macchine   

La miniaturizzazione degli ecocardiografi è l’obiettivo a cui si sono dedicate molte Aziende elettromedicali. Un ecocardiografo del peso da 1 Kg a 3 Kg (a secondo delle ditte), completo delle funzioni base come l’eco-bidimensionale, Doppler, Color Doppler con una sola sonda ecocardiografica,  offerto a basso costo (6000-20000 euro) sarà  lo strumento del futuro che ogni cardiologo o medico generico vorrà portare con se, come oggi si porta l’elettrocardiografo.

I vantaggi saranno quelli di avere una macchina affidabile  in grado  di fornire informazioni similari a quelle delle grosse macchine al letto del paziente in altro reparto diverso dalla cardiologia o al domicilio dell’ammalato. L’esame va considerato come una estensione dell’esame fisico del paziente che consente di confermare ciò che si è rilevato o di chiarire dubbi inerenti le scelte terapeutiche.

 

L’ecocardiografia tridimensionale

L’ecocardiografia tridimensionale consente di vedere il cuore sui tre piani dello spazio, raccogliendo una immagine globale di tipo trapezoidale  da cui si possono dedurre tutti i piani possibili. Oggi, con  i nuovi software e con lo sviluppo di nuove macchine i tempi di acquisizione e di elaborazione sono minimi consentendo  di avere la informazione in tempo reale. Il contenuto informativo è altissimo in quanto la tecnica offre la possibilità di avere immagini a diversa profondità e con diverse prospettive, mai utilizzate in precedenza. La ricaduta clinica immediata è nelle cardiopatie congenite dell’adulto e nel prolasso della valvola mitrale per rottura di corde, in quanto permette la definizione di particolari di grande interesse per il cardiochirurgo. Nel calcolo dei volumi del ventricolo destro consente con grande affidabilità di avere tale valutazione, proprio perché esso si dispone su tre diversi piani  diversi nella sua porzione di entrata, di uscita e trabecolata. Così, anche nella chiusura dei difetti del setto interatriale mediante device ad ombrello, essa permette di definire le esatte dimensioni del difetto e la distanza del difetto dalle altre strutture, informazione indispensabile per praticare una sicura procedura di chiusura.

 

Emergenze- Urgenze

L’ecocardiografia è sempre di più utilizzata nelle situazioni di emergenza urgenza cardiologica. Infatti molte diagnosi in cui è necessario prendere una  decisione immediata sono fatte  grazie all’uso dell’ecocardiografia, tecnica versatile, economica, ben  accetta al paziente, che può essere realizzata, anche al letto del paziente. Le diagnosi di dissezione aortica, di disfunzione di protesi valvolari cardiache, di tamponamento cardiaco, di patologie congenite complesse neonatali, di aneurisma dell’aorta toracica, di insufficienza cardiaca acuta per rottura di valvole da endocardite infettiva sono fatte in modo semplice con l’ecocardiografia. La Regione Lombardia sta valutando  la possibilità di  dotare le ambulanze attrezzate del 118 con ecocardiografi portatili 

 

Malattie Rare

L’ecocardiografia è in grado di porre il sospetto di malattie rare che si presentano con caratteristiche particolari tra cui Amiloidosi, Mucopolisaccaridosi, Malattia di Fabry, Il riconoscimento di tali patologie.

 

Selezione Assistenza durante procedure di Emodinamica interventistica

Le nuove procedure di applicazione di Clips sulla valvola mitrale( Mitral Clips) per ridurre l’insufficienza mitralica e la sostituzione percutanea della valvola aortica (TAVI), interventi di grande complessità spesso eseguiti su pazienti che non possono praticare interventi di cardiochirurgia per la presenza di altre patologie, necessitano di continua assistenza di esperti di ecocardiografia sia nella selezione, sia nella assistenza della procedura in sala di emodinamica

Cardiologia Pediatrica

 L’ecocardiografia è la tecnica indispensabile per porre diagnosi di Cardiopatia congenita complesse  nelle emergenze neonatali e nelle cardiopatie congenite semplici in epoca pediatrica ed adolescenziale.

 

Uso Terapeutico degli Ultrasuoni

L’ecocardiografica espande sempre più il proprio campo d’azione da tecnica diagnostica a tecnica sempre più coinvolta nel campo terapeutico.

Infatti, l’ecocardiografia si è già affermata nel campo della diagnostica cardiovascolare routinaria e di emergenza ed espande la propria competenza in campo terapeutico. Sono, infatti in corso in laboratori di ecocardiografia del Nord America ed in Europa sperimentazioni per definire l’uso terapeutico di tale metodica. Due sono le direttive: 

a) la possibilità di sciogliere trombi con gli ultrasuoni;

b) la possibilità di veicolare farmaci ad organi ed apparati utilizzando come vettori le bolle del mezzo di contrasto utilizzato in ecocardiografica.

La prima possibilità si può realizzare mediante il bombardamento del trombo con ultrasuoni in modo da poterli sciogliere più facilmente. Le evidenze sperimentali in vitro in laboratorio mostrano che ciò è possibile con il solo uso di ultrasuoni in ausilio a farmaci anticoagulanti somministrati per via generale.     Infatti, trombi creati in vitro possono sciogliersi per l’effetto diretto sul trombo degli  ultrasuoni  applicati insieme all’eparina non frazionata o a basso peso molecolare e/o anticoagulanti orali. La seconda possibilità è più complessa e prevede l’uso di mezzi di contrasto ecocardiografici capaci di veicolare farmaci ad organi e apparati lì dove occorre. I mezzi di contrasto ecocardiografici sono bolle formate da un guscio che racchiude un gas inerte riassorbibile nel sangue, le bolle sono capaci di risuonare se colpite da ultrasuoni a bassa intensità o di scoppiare se colpite da ultrasuoni ad alta intensità. Le bolle di mezzo di contrasto ecocardiografici possono essere “riempite” di farmaci (ad esempio citostatici) e se ne può provocare la rottura, liberando il farmaco lì dove  necessario applicando ultrasuoni ad alta potenza. Ad esempio, in caso di tumore epatico, si lega il citostatico alle bolle di mezzo di contrasto, esse vengono iniettate in vena e fatte scoppiare quando passano nel fegato grazie all’emissione di ultrasuoni ad alta potenza, applicati sull’addome,  liberando in loco il farmaco. Altra possibile applicazione dei mezzi di contrasto come veicoli di farmaci è la possibilità di legare nucleotidi alla loro superfici capaci di entrare nel DNA e modificare la produzione di determinate proteine in modo da combattere malattie geneticamente determinate. Tali nucleotidi potrebbero riparare il DNA danneggiato o indurre la produzione di attivatori e inibitori a livello di DNA. Interessante è anche la possibilità di legare anticorpi alle bolle di mezzo di contrasto in grado di riconoscere e legare sostanze specifiche presenti nelle placche aterosclerotiche. Marcando le suddette bolle con fluorescina si potrebbe ottenere una mappa delle zone di aterosclerosi, ove sono presenti placche instabili infiammate.

 

Funzione Ventricolare Globale e Regionale

Lo sforzo dell’ecocardiografia è rivolto ad ottenere  una  corretta  informazione della funzione ventricolare sinistra a e destra grazie a  nuovi software i. Tali software sono  capaci di leggere le velocità del muscolo cardiaco segmento per segmento del cuore  e di calcolare anche la funzione globale, ottenendo indici di contrattilità come la frazione di eiezione, automaticamente. Oggi in molte patologie è necessario conoscere la capacità contrattile del cuore come, ad esempio, nei pazienti con cardiopatie dilatative per applicare pace-maker biventricolari o ancora nei pazienti in trattamento con farmaci citostatici, prima di iniziare un nuovo ciclo per l’effetto cardiotossico di questi ultimi. In particolare il ventricolo destro risulta essere per la prima volta ben studiato in tutte le sue componenti.

 

Fluidodinamica

E’ possibile studiare con l’aiuto dei mezzi di contrasto ecocardiografici la dinamica dei flussi all’interno del ventricolo sinistro. La fluidodinamica permette di studiare  il flusso del sangue dall’ingresso all’uscita del ventricolo sinistro mediante vortici che ordinatamente portano il sangue dalla porzione di entrata ,all’apice e infine all’efflusso sinistro. Tale ordinato procedere si perde in caso di cuori dilatati e scarsamente contrattili.

 

 

di: TSRM Dott.Domenico Ferraro

 

Pubblicato da: TSRM Dr.Domenico Ferraro

 


 

Altri articoli per Tecnico di Radiologia

12.10.2014

PSICOLOGI IN OSPEDALI

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

22.03.2015

I CONGRESSO DI ECOGRAFIA TORACICA

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

28.10.2017

LA RESPONSABILITÀ’ PROFESSIONALE:

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

26.05.2014

DIES CAMPANAE 2014

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

15.03.2016

I TUMORI DELLA LARINGE

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

03.06.2014

TUMORE DELLA MAMMELLA

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

24.05.2014

Fumo : Come Smettere e Come Far Smettere

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

30.05.2014

INFEZIONI DEI DISPOSITIVI INTRACARDIACI

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

06.06.2014

MANUALI PRATICI DI CARDIOCHIRURGIA PEDIATRICA

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

21.05.2014

UPDATE IN IMAGING INTEGRATO NELLA SINDROME CORONARICA ACUTA: DALLA DIAGNOSI ALLE SCELTE TERAPEUTICHE

Autore: Domenico Ferraro

 

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

12.01.2018

Aritmia

Esperto: Dr.Matteo Santamaria

 

18.12.2017

extra-sistole

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

10.12.2017

crioablazione

Esperto: Dr. Giuseppe De Martino

 

05.12.2017

fibrillazione atriale parossistica

Esperto: Dr.Matteo Santamaria

 

01.12.2017

Bradicardia 52 max 60

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy