titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

Sei in: Area divulgativa/Università

 

Università

Scompenso cardiaco....una nuova tecnica per diagnosticarlo: basta pungere un dito

 


 

 

 

 

 

 

 

 

I risultati di una ricerca transfrontaliera europea della Cardiologia dell’Ulss 14 presentata di recente a Chioggia: viene fornita una diagnosi efficace con un mezzo diagnostico che potrebbe essere a portata di mano in un qualsiasi ambulatorio di medicina generale.

Uno strumento di piccole dimensioni, che potrebbe ricordare quello utilizzato dai diabetici per misurare la glicemia.

 

 


Guarda video su Youtube

 


 


Lo scompenso cardiaco si diagnostica pungendo un dito.

A dare un contributo scientifico molto importante in questo senso è la Cardiologia dell’Ulss 14 che, di recente, ha presentato in un convegno a valenza internazionale a Chioggia il risultato di una ricerca transfrontaliera europea dal titolo ‘Love your Hearth’, un progetto cui hanno partecipato tre nazioni: Italia, Croazia ed Albania.

“Si tratta di un progetto che fornisce un nuovo approccio per la diagnosi dello scompenso cardiaco al suo primo manifestarsi”, ha dichiarato il primario di Cardiologia Roberto Valle (coordinatore del gruppo di lavoro della ricerca). “La diagnosi di scompenso cardiaco – ha spiegato – è difficile per il medico di famiglia senza metodiche strumentali (esami di laboratorio, ECG, ecc) che si utilizzano in ospedale. La nostra ricerca fornisce una diagnosi efficace con un mezzo diagnostico che potrebbe essere a portata di mano in un qualsiasi ambulatorio di medicina generale. Uno strumento di piccole dimensioni, che potrebbe ricordare quello utilizzato dai diabetici per misurare la glicemia. In sostanza, con l’ausilio di questa tecnica innovativa, che permette di dosare il BNP (ormone che rilascia il cuore quando non sta bene) semplicemente pungendo un dito (prima esperienza in assoluto da BNP da dito “finger BNP”) , il medico di famiglia potrebbe valutare lo stato di salute del cuore del proprio paziente con grande sicurezza: in 15' è disponibile il risultato dell'esame, che se normale, consente pressoché di escludere uno scompenso cardiaco ed il rientro a casa del paziente. Al contrario, permette di inviarlo immediatamente dal cardiologo per ulteriori accertamenti”.

“E' stata per noi una grande soddisfazione – ha ricordato il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben - che la Cardiologia di Chioggia abbia trasmesso agli amici d'oltre Adriatico, un modello gestionale, che aiuti i colleghi di medicina generale, in una diagnosi molto difficile. Questa iniziativa si inscrive nel florilegio di attività che la nostra Azienda ha messo in atto per mettere realmente in congiunzione gli specialisti ospedalieri con quelli di medicina di medicina generale nell'interesse del paziente”.Lo Studio: nel corso dei tre anni del progetto, 100 pazienti, sulle due sponde dell'Adriatico, hanno fruito della nuova tecnica diagnostica, presso lo studio dei loro medici di medicina generale, senza doversi recare in ospedale, spesso lontani, senza attendere in lista d'attesa per una visita o un ecocardiogramma e senza gravare inutilmente queste ultime, con esami evitabili. Il gruppo di lavoro, coordinato dal dottor Valle e composto da sei gruppi di medici di medicina generale della provincia di Venezia e Rovigo (Cavarzere, Campagna Lupia, Oriago, Noventa di Piave, Eraclea e Lendinara) e tre Case della Salute istriane hanno partecipato alla ricerca.

Lo Scompenso Cardiaco: è una frequente patologia cardiovascolare capace di ridurre l’aspettativa di vita e di deteriorarne gravemente la qualità. Il cuore, in vari modi danneggiato, non è più in grado di rifornire in quantità adeguata organi e tessuti del nostro corpo e nella strenua fatica di resistere spesso cede in modo grave quand'anche non definitivo, a causa di pericolose aritmie. E’ una malattia particolarmente frequente nella popolazione, colpendone circa l'1-2 per cento. Nella Ulss 14, grazie al lavoro dell’équipe della Cardiologia, della collaborazione dell’associazione Cuore Amico, del Servizio farmaceutico e della Medicina di base, si è creato un registro che mappa la popolazione con diagnosi di scompenso cardiaco: sono circa 800 gli scompensati conosciuti.

“In questo modo – ha evidenziato Roberto Valle - conosciamo tutti i pazienti della Ulss 14, colpiti da questa malattia e soprattutto ne conosciamo la gravità ed il rischio e possiamo aiutarli meglio con cure personalizzate, ad esempio contattando subito chi si potrebbe beneficiare di nuove terapie resesi nel frattempo disponibili”.

 

di: quotidianosanità

 

Pubblicato da: Dr. Mauro Di Marino

 


 

Altri articoli per Università

28.06.2014

Ipertrofia cardiaca, ecco il cuore in miniatura che permette di testare nuovi farmaci

Autore: Dr. Mauro Di Marino

04.10.2014

Nello Spazio per capire meglio la Ccsvi

Autore: Dr. Mauro Di Marino

27.09.2014

TRATTATO LIVE DI CHIRURGIA LAPAROSCOPICA

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

26.10.2017

Yoga e aerobica allungano la vita: insieme fanno bene al nostro cuore

Autore: Dr. Mauro Di Marino

03.02.2015

Riprodotto per la prima volta in laboratorio un vaso sanguigno artificiale

Autore: Dr. Mauro Di Marino

05.01.2015

Lo Yoga e i benefici sul sistema cardiovascolare

Autore: Dr. Mauro Di Marino

07.03.2015

European Symposium On Rare Cardiovascular Diseases

Autore: TSRM Dr.Domenico Ferraro

31.05.2016

Cardiac Rhythm Management 2016

Autore: Dr. Mauro Di Marino

13.12.2016

Noci, 20 grammi al giorno proteggono da cancro e cardiopatie

Autore: Dr. Mauro Di Marino

11.07.2014

Identificata la mutazione genetica che protegge dalla cardiopatia ischemica

Autore: Dr. Mauro Di Marino

 

 

 

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

18.07.2018

Battiti cuore

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

16.06.2018

visita specialistica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

14.06.2018

ipertensione

Esperto: Dr. Rocco Contuzzi

 

09.06.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

02.06.2018

stenosi aortica

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy