titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

Sei in: Area divulgativa/Chirurgia Vascolare

 

Chirurgia Vascolare

L' aneurisma aortico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'aneurisma aortico è una dilazione anormale di questa importantissima arteria. Rappresenta un serio pericolo perché può rompersi all'improvviso e può dar luogo a morte.
L’aorta è il più grosso vaso del corpo umano.
Se paragoniamo la circolazione sanguigna a una rete autostradale, l’aorta è l’autostrada principale che
partendo dal cuore raggiunge attraverso strade
provinciali (arterie di grosso calibro), statali (arterie di medio e piccolo calibro) e stradine secondarie (arteriose e capillari) tutti gli organi del corpo umano, favorendovi l’arrivo dell’ossigeno e delle sostanze nutritive contenute nel sangue.


 

Manifestazione


L’aneurisma aortico addominale è spesso definito killer silente, come l’ipertensione, in quanto in circa il 75% dei casi non dà sintomi premonitori.
Nei restanti casi, invece,i sintomi più comunemente avvertiti sono:

  • forte dolore addominale costante o intermittente;
  • dolore che dal basso ventre può propagarsi anche a natiche, inguine e arti inferiori;
  • affaticamento
  • percezione delle pulsazioni cardiache nell’addome
  • sensazione di avere una massa di consistenza morbida nell’addome
Se l’aneurisma si ingrossa repentinamente può rompersi o addirittura lacerarsi.
In questi casi il paziente è messo in serio pericolo di vita ed è perciò assolutamente necessario un intervento immediato di emergenza.

I sintomi sono molto accentuati:

  • dolore molto intenso che sopraggiunge all’improvviso;
  • pallore
  • ansia
  • secchezza delle fauci e della pelle
  • nausea e vomito
  • ipersudorazione
  • senso di svenimento
  • shock


Diagnosi


Per individuare un aneurisma aortico addominale a volte può essere sufficiente una visita medica accurata

Il medico, infatti, può individuare l’aneurisma in due modi:

Auscultando l’addome con lo stetoscopio.
Se si avverte un suono alterato, esso può  significare che il flusso sanguigno è anomalo e quindi molto probabilmente si è in presenza di un aneurisma;
Tramite palpazione dell’addome (rivela aneurismi di grosse dimensioni e più facilmente in soggetti magri).
Quando il medico ha il sospetto di un aneurisma o se il soggetto è ad alto rischio (perché ad esempio iperteso e/o fumatore), può decidere di effettuare alcuni esami che lo porteranno a una diagnosi certa come:
  • Ecografia
  • Arteriografia
  • Risonanza magnetica
  • Tomografia computerizzata


Trattamento

Per poter scegliere il miglior approccio terapeutico bisogna innanzitutto valutare le dimensioni dell’aneurisma.
Se è piccolo, è sufficiente che un chirurgo vascolare lo tenga sotto controllo con esami periodici a ultrasuoni o altri esami del caso.
Se l’aneurisma cresce – e tanto più se lo fa
rapidamente – è necessario intervenire chirurgicamente prima che avvenga la rottura. Di norma si interviene nei casi in cui l’aneurisma supera i 5 centimetri di diametro (un’aorta normale ha un diametro di circa 2,3 cm negli uomini e di 1,9 come nelle donne).


L’intervento chirurgico consiste nell’incisione dell’addome per poter aprire l'aneurisma e posizionare al suo interno una protesi.
Si può decidere di procedere anche con una tecnica decisamente meno invasiva che è quella endovascolare.
Sotto controllo radiografico si inserisce un catetere (o una piccola sondaattraverso una piccola incisione praticata nell’inguine.A questo punto si colloca una protesi di rinforzo all’interno dell’aneurisma.
La scelta del metodo da utilizzare è valutata in base a molti fattori, tra cui la gravità dell’aneurisma e lo stato generale di salute del paziente.

 

Fattori di rischio


Età superiore ai 60 anni;
sesso maschile (gli uomini hanno una percentuale di rischio quattro volte maggiore rispetto alle donne)
  • Fumo;
  • Aterosclerosi
  • Familiarità per le malattie cardiache

 

 

Pubblicato da: Dr. Mauro Di Marino

 


 

Altri articoli per Chirurgia Vascolare

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

17.05.2018

fibrillazione atriale

Esperto: Dr.Stefano Benussi

 

12.04.2018

Morte improvvisa familiare

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

05.04.2018

sindrome aritmogena su base genetica

Esperto: Dr.Mauro Biffi

 

29.03.2018

Utilizzo cardioaspirina

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

25.03.2018

mitralclip4

Esperto: Dr. Quintino Parisi

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Informativa sulla privacy