titlehomebchi siamobarticolibespertibchiedibnetworkbcontattob
community
banda
 

Cerca tra:  articoli  domande  

Ricerca avanzata 

 

 

 

Sei in: Area divulgativa/Ricerca

 

Ricerca

Cardiopatie, scoperta già nel grembo materno

La gestazione può dare utili informazioni sul cuore

 

 


Le cardiopatie si possono scoprire già nel grembo materno.
Uno studio britannico svela come alcune complicazioni della gravidanza possono essere connesse


 

Le cardiopatie si possono scoprire già nel grembo materno. Uno studio britannico svela come alcune complicazioni della gravidanza possono essere connesse allo sviluppo nel feto di malattie cardiache. Questo potrebbe portare ad alcune utili informazioni sul prossimo nascituro, rendendo i medici in grado di intervenire prima del tempo. Lo studio arriva dall’Università di Cambridge ed è stata pubblicata sulla rivista specialistica Plos Biology ed è stata finanziata in parte dalla British Heart Foundation. Questa spiega come i feti che hanno sofferto di ipossia cronica nell’utero, cioè di un basso livello di ossigeno, hanno un rischio maggiore di sviluppare poi delle malattie croniche al sistema cardiocircolatorio come tra le altre irrigidimento delle arterie o ipertensione arteriosa. E’ una scoperta che potrebbe stravolgere il mondo della cardiologia e aprire nuove strade in vista del futuro.

 

Cardiopatie, scoperta già nel grembo materno: ecco tutti i particolari

Le cardiopatie potrebbero essere a un punto di svolta, con la scoperta che ci sono dei meccanismi da controllare già durante la gestazione nel grembo materno. La ricerca si è sviluppata attorno alla somministrazione di vitamina c, in grado di ridurre la pressione sanguigna, su una pecora gravida. L’animale è stato poi posizionato in una camera con poco ossigeno per gli ultimi tre mesi della gestazione. I figli nati dopo sono stati confrontati con quelli di altri esemplari che non sono stati invece sottoposti a questo trattamento. I primi agnellini sono risultati colpiti da uno stress interno e con risultati limitati a livello di crescita cosa che è stata connessa subito alla mancanza di ossigeno. La vitamina C può incrementare attraverso la placenta dunque l’aumento dei livelli di ossigeno, ma comunque è una soluzione che non si può considerare efficace al cento per cento.

 

di: il sussidiario

 

Pubblicato da: Dr. Mauro Di Marino

 


 

Altri articoli per Ricerca

12.04.2018

Sindrome di Brugada: scoperto il meccanismo che provoca la morte cardiaca improvvisa

Autore: Dr. Mauro Di Marino

01.05.2018

Contro le aritmie cardiache in arrivo un giubbotto

Autore: Dr. Mauro Di Marino

28.09.2016

Chi dorme tanto o troppo poco rischia cardiopatie

Autore: Dr. Mauro Di Marino

23.04.2020

Coronavirus: quando il primo allarme viene dal cuore

Autore: Dr. Mauro Di Marino

10.07.2017

Un test per sapere se il bimbo appena nato ha cardiopatie congenite

Autore: Dr. Mauro Di Marino

14.02.2019

I cambiamenti climatici, minaccia per la salute del cuore dei neonati

Autore: Dr. Mauro Di Marino

20.05.2018

L’alcol influenza i batteri della bocca collegati a tumori e malattie cardiache

Autore: Dr. Mauro Di Marino

26.01.2019

Cardiopatie, scoperta già nel grembo materno

Autore: Dr. Mauro Di Marino

21.10.2015

4 geni associati alla Sindrome di Brugada

Autore: Dr. Mauro Di Marino

04.09.2018

Malattie cardiache congenite, pubblicate le nuove linee guida

Autore: Dr. Mauro Di Marino

 

 

 

 

 

 
titolo
title
img

 

Hai dei dubbi?

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti in materia di cuore o circolazione?

 

Domandalo ai nostri esperti!

 

button

 

close

 

 

title

 

24.05.2020

ernia allo stomaco

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

20.05.2020

Fistola coronarica circonflessa

Esperto: Prof.Michele De Bonis

 

17.05.2020

Insufficienza tricuspidalica

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

24.02.2020

Stenosi aortica severa

Esperto: Dr. Michelangelo Scardone

 

28.01.2020

Tachicardia parossistica sopraventricolare

Esperto: Dr. Celestino Sardu

 

border

 

 

banda

banda

banda

 

 

 

 

copyright © 2013 Tutti i diritti riservati - CARDIOPEOPLE.COM 86100 Campobasso    

Condizioni d'uso, Cookie e Privacy Policy